Torres1903.com

Torres 1903 :: Leggi il Topic - Cosa consigliate leggere...
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Cosa consigliate leggere...
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Mercatino
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
joefalchetto
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 01, 2007
Messaggi: 182

MessaggioInviato: Mar Mar 04, 2008 2:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io ho letto "Un giorno della mia vita" di Bobby Sands, diciamo che un pugno allo stomaco fa meno male! Da leggere.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Sands
Newbie
Newbie


Registrato: May 07, 2006
Messaggi: 1453
Località: Bidda

MessaggioInviato: Mer Mar 05, 2008 2:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Nucleo14Agosto ha scritto:
Bè, come non menzionare un bellissimo libro scritto da uno di noi, uomo di curva, presente in questo forum...


- Martiri per l'Irlanda. Bobby Sands e gli scioperi della fame



D'accordissimo su questo e sul già citato"Un giorno della mia vita"(a tal proposito segnalo anche il film"Il Silenzio dell'allodola"basato proprio sul diario di Bobby Sands).

Per il resto non ho voglia di riscrivere molti dei libri già menzionati,mi limito solo ad aggiungere la "trilogia" di John King:Cacciatori di teste-Fedeli alla Tribù-Fuori casa,La luna di via Ramai di Ignazio Delogu,Aspettando Godot di Samuel Beckett ed I Leoni Morti di Saint Paulien(ordine rigorosamente casuale).
_________________
ONORE AI DIFFIDATI!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Bar_Abbondio
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 23, 2006
Messaggi: 1653
Località: Sassari vecciu

MessaggioInviato: Mer Mar 05, 2008 12:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Allora, sono nel pieno di un trasloco e solo ieri sono riuscito a risistemare i miei bambini nella nuova libreria. Le letture sportive sono sì e no il 30 per cento di quello che leggo (il resto sono essenzialmente saggi storici e libri di musica), ma qui mi sa che il tema richiede quello.
Faccio un elenchino dei libri di sport che ho divorato negli ultimi 2-3 anni.

LIBRI DI CALCIO:
Arrow Le partite non finiscono mai (Darwin Pastorin, ed. Feltrinelli). Molto bello, ci trovi il calcio che non esiste più.
Arrow Tempi supplementari (Darwin Pastorin, ed. Feltrinelli). Bellissimo, 40 racconti di personaggi più o meno noti.
Arrow Avenida del Sol (Darwin Pastorin, Strade Blu Mondadori). Sud America, con storie di giovani promesse che si sono perse per strada o sono finite a fare i delinquenti o sono morti ammazzati per due soldi.
Arrow Cuore straniero (autori vari): racconti di gente che tifa per squadre di una nazione che non è la sua.
Arrow Il più mancino dei tiri (Edmondo Berselli, Piccola biblioteca Oscar Mondadori). Ritratti di grandi campioni, un occhio sul calcio dei Mariolino Corso e dei Gigi Riva, ma si parla anche di Andreotti, Fanfani, Togliatti e Nenni.
Arrow L'importante è perdere (Nicola Roggero, Libri di Sport): il sottotitolo dice tutto: "Chi ha vinto senza arrivare primo". Uno dei miei preferiti.
Arrow Il mio anno preferito (a cura di Nick Hornby). Racconti di tifosi di squadre inglesi, anche di terza divisione. Mi ci ritrovo molto.
Arrow Fùtbol (Osvaldo Soriano, Einaudi). Un po' forte, ma l'autore è una garanzia.
Arrow El Diego (autobiografia di Maradona, Jellow Jersey press). Contiene tra l'altro una serie di chicche sul suo periodo napoletano. Ma la parte più bella sono i racconti sulle Cebollitas, la sua prima squadra.
Arrow Blessed (autobiografia di George Best). L'ho letta in lingua originale. Chi ha la fortuna di poterlo fare non perda l'occasione.
Arrow Selvaggi e sentimentali (Javier Marìas). Si parla essenzialmente di calcio spagnolo. Me l'ho divorato in un pomeriggio.
Arrow - A guardia di una fede (Vincenzo Patanè Garsia). Vera lettura da ultras. La curva sud dell'Olimpico raccontata da dentro. Imperdibile ma introvabile, io l'ho comprato in una botteghina vicino a Termini.
Arrow Tu chiamale, se vuoi, emozioni (Giorgio Tosatti, Mondadori). Carino, ma alcune parti sono un po' noiosette.
Arrow 63 partite da salvare (Gianni Brera, Mondadori). E' semplicemente la cronaca di 63 super partite degli anni 60-70. Scuola di giornalismo, anche se Brera mi è sempre stato sul cazzo.
Arrow Lettere dalla curva sud (Benfante-Brunello; Odradek). La curva del Venezia raccontata da dentro. Qualcuno di voi non apprezzerà.
Arrow La leggenda del Cabezon (Claudio Gregori). Biografia di Omar Sivori, una chicca per veri cultori.
Arrow Silvio Piola, il senso del gol (Lorenzo Proverbio). Storia del più grande cannoniere della storia del calcio italiano. Bello, un calcio veramente d'altri tempi.
Arrow Teste di Gazza (Giacomo Valenti, Mondadori). Una letturina leggera su vari matti e varie cazzate di calciatori.
Arrow Tutto il meglio di 90' minuto (a cura di Marco Giusti). E' uscito da poco, c'è pure il dvd. Pensavo meglio, però è un tuffo nelle domeniche di quando eravamo piccoli.
Arrow Il profumo dei gigli (Elena Serafini del Vesco, Ed. Laser). La curva della Fiorentina vista da una tifosa.
Arrow Bar Sport e Bar Sport Duemila (Stefano Benni, Feltrinelli). Vabè, questi li conoscete, almeno il primo.
Arrow In più ho letto la storia del Cuneo 1905, della Cremonese 1903 e ho persino il libro sulla storia dell'Olbia. Ma questi non mi sento di consigliarli a nessuno... Laughing
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
LIBRI DI SPORT
Arrow Tutti i cerchi del mondo (Emanuela Audisio, Mondadori). Campioni e non che hanno fatto le olimpiadi o le hanno solo sognate. Molto bello.
Arrow Italia, provincia del Giro (Gian Luca Favetto, Mondadori). Il giro d'Italia raccontato da un inviato, tappa per tappa. Si parla poco della corsa e molto del contorno. Ottimo per gli appassionati di ciclismo, a me è piaciuto molto.
Arrow Bartali (Leo Turrini, Oscar Mondadori). Uno spaccato di storia dell'Italia del Novecento. Un po' lungo, ma mi è piaciuto così tanto che da Coppiano sono diventato Bartaliano. Anche se era dalla parte dei preti.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Exclamation GLI IMPERDIBILI Exclamation
Arrow Torres ti amo (Fontanelli Delunas). Pieno di inesattezze e imprecisioni, ma più che un almanacco è una bibbia.
Arrow 1903-2003 Cento anni di sport. La storia della Torres (Pironti, Delfino ed.). Ingiustamente sottovalutato. Mancano tante cose, è vero, ma è veramente un'opera basilare per il vero torresino.
Arrow Aggiungo i 4 volumi dell'inserto della Nuova Sardegna fatti nel 2003 per il centenario. Io li ho fatti rilegare e n'è venuto fuori un libro con i controcazzi.

Ora stampate questo elenco e presentatevi in qualsiasi libreria. Scommettiamo che non ne trovate più di cinque o sei?
_________________
"Se volete divenire grandi intellettualmente
belli e vigorosi fisicamente
associatevi alla Torres!"


1903 - Il presidente Italo Faccion
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ShowTime
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 04, 2006
Messaggi: 126

MessaggioInviato: Mer Mar 05, 2008 12:59 pm    Oggetto: Che dire.. Rispondi citando

...basito da elenco e competenza...alcune chicche sembrano meritare davvero..
...a tempo perso, se ti metti su una libreria, io ci vengo a comprare da te...

Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gurgugnao
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 01, 2005
Messaggi: 1345

MessaggioInviato: Mer Mar 05, 2008 1:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sto preparando con calma il mio elenco.
Nel frattempo alcuni consigli e una domanda.
Consigli:
- La farfalla granata. La meravigliosa e malinconica storia di Gigi Meroni il calciatore artista. Di Nando Dalla Chiesa.
Ben scritto, emozionante, toccante.
- La solitudine dell'ala destra. Di Fernando Acitelli.
Poesie in libertà su tanti giocatori, più o meno noti. Più o meno belle.
- Splendori e miserie del gioco del calcio. Di Eduardo Galeano.
Dai pochi passi che conosco mi è parso un bel libro.

Domanda: tempo fa lessi un libercolo davvero divertente in cui l'autore che si celava dietro uno pseudonimo che non ricordo, per ogni numero e ruolo dall'1 all'11, dava una interpretazione psico-matematico-storico-filosofico-sociologica.
Ci penso da 2 giorni, l'ho cercato su google usando magari calcio e filosofia o simili, ma non trovo niente.
Qualcuno sa di che libro parlo?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Canessa
Newbie
Newbie


Registrato: Sep 16, 2005
Messaggi: 2313

MessaggioInviato: Ven Mag 30, 2008 10:23 am    Oggetto: Rispondi citando

Nel Nord Sardegna di oggi intervista a Elisa Davoglio, autrice del libro Onore ai diffidati. Un romanzo con numerose inesattezze sul mondo ultras, ma che questa non sia una storica delle curve è ovvio. Interessante però leggere le risposte che da al giornalista, finalmente una che ragiona con la propria testa e prova a capire una realtà che nessuno analizza a fondo, preferendo farla diventare il parafulmine dei mali del calcio. Ecco l’articolo:

No, non può essere una storia qualunque. Soprattutto se una bellissima ballerina ventenne si addentra nel mondo dei cattivi: gli ultras. È quello che racconta Elisa Davoglio, la prima donna a compiere un viaggio nel mondo del tifo estremo attraverso il suo romanzo “Onore ai diffidati”, edizioni Mondadori, un percorso straordinario, uno spaccato della società di oggi. È una storia d’amore che l’autrice racconta con una delicatezza ricercata e una passione da brividi: Atala, protagonista del romanzo, si innamora di Luca, uno dei capi della Fossa dei Leoni, la parte più calda dei tifosi del Milan, sciolta due anni fa. Nelle pagine c’è il ritratto di vecchi ultras, ci sono storie di veline e calciatori, c’è una Milano sempre più sola come soli sono i personaggi che appaiono lentamente sulla scena, c’è una politica snaturata ridotta alla caccia al diverso, ci sono Curve allo sbando e anoressiche da curare. In questo romanzo c’è tutto, descritto da una penna giovane e brillante, con sensibilità e tenerezza. C’è tutto quello che rende una città più vuota di quello che appare, l’apparire unico e triste protagonista delle vite di giovani. L’autrice salva due cose: il contrasto tra la bellezza di un amore vissuto fino alla fine e di una violenza senza limiti, e poi loro, gli ultras.
Perché proprio loro?
Mi avevano chiesto un reportage sul mondo delle curve, invece è nato questo romanzo. Ma è stata la mia fortuna: ho sbattuto contro un muro.
Quale?
Quello degli ultras, un mondo affascinante e mostruosamente chiuso, dove ancora oggi però esistono dei valori. Il senso del gruppo, dell’identità, dell’amicizia, dell’appartenenza. Per scrivere sono venuta a contatto con questi ragazzi, soprattutto gli ex della Fossa dei Leoni: ho raccontato la violenza, perché c’è anche quella, ma non sta a me giudicare.
Certo,c’è sempre il rischio di finire nei trattati di sociologia.
Non vuole essere un trattato di sociologia, per carità, e neppure un’analisi. Vuole essere un racconto, una storia, un viaggio, attraverso il quale il lettore può capire quali sono i ragazzi che oggi vivono le nostre curve, animano le nostre città.
Cosa c’è dietro questo romanzo?
L’altra faccia di un mondo fino ad ora poco esplorato e condannato a priori: la grossa capacità di farlo attraverso la protagonista, ballerina in cerca di successo e di se stessa, credo sia un’idea vincente. Ancora di più se emerge l’anima di una città dove gli ultras sono merce rara: Milano.
Già, Milano con i suoi locali, le adolescenti con le frangette e i pantaloni a vita bassa.
Racconto le ragazzine di oggi, con la voglia di successo e il magone sempre in tasca, l’anoressia che le devasta e la cocaina che le accompagna: tra gli ultras invece non c’è posto per questo. E poi Milano, una città sempre più sola, dove anche il locale alla moda non è più il punto di ritrovo per bere qualcosa ma è il teatro dell’apparire, del mettersi in mostra senza neppure dialogare, senza neppure ricordarsi di ballare liberamente e liberi dai giudizi. E poi ripeto, tutta questa routine specchio della società di oggi, viene a contatto con il mondo quasi antico, quasi medievale dei ragazzi ultras che si scontrano a ripetizione tra di loro neppure fossero dei cavalieri alla conquista di un Comune o di un castello: allora o li prendi per pazzi oppure ti fermi e cerchi di capire.
Lei che spiegazione si è data?
Quando Atala, la protagonista del mio romanzo, viene a contatto con la Fossa dei Leoni è come se
prendesse una scossa, è come se la sua apatia prendesse forma per diventare nuovamente sentimento: tornerà infatti a ballare, a piangere, a sentire l’odore di un fiore.
C’è poco calcio, menomale, e tanto miele: come quello che cola tra armoniosità di un passo di danza e la violenza di un sasso lanciato contro la polizia
Non ho mai pensato che quelli delle curve fossero dei santi: ma dentro di loro c’è qualcosa, a differenza dei ragazzi delle nuove generazioni vuoti e senza passioni, e nessuno potrà pensarlo, rapiti da questa storia che ha l’odore acre di un fumogeno e il profumo dolce di una ballerina.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ALETORRES
Newbie
Newbie


Registrato: Jul 19, 2006
Messaggi: 129

MessaggioInviato: Ven Mag 30, 2008 10:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Vi segnalo si sito www.asromaultras.it, c'è un link dedicato alla bibliografia dve sono segnaalti molti libr interessanti sul mondo ultrà
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Canessa
Newbie
Newbie


Registrato: Sep 16, 2005
Messaggi: 2313

MessaggioInviato: Ven Mag 30, 2008 11:30 am    Oggetto: Rispondi citando

ALETORRES ha scritto:
Vi segnalo si sito www.asromaultras.it, c'è un link dedicato alla bibliografia dve sono segnaalti molti libr interessanti sul mondo ultrà

BUONGIORNO!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Corgan1972
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 14, 2005
Messaggi: 3169

MessaggioInviato: Ven Mag 30, 2008 2:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Canessa ha scritto:
ALETORRES ha scritto:
Vi segnalo si sito www.asromaultras.it, c'è un link dedicato alla bibliografia dve sono segnaalti molti libr interessanti sul mondo ultrà

BUONGIORNO!


a me è rimasto casualmente impresso un "libretto" su una squadra inglese....

mi sa che me lo prendo...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ALETORRES
Newbie
Newbie


Registrato: Jul 19, 2006
Messaggi: 129

MessaggioInviato: Ven Mag 30, 2008 2:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

buon pomeriggio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
GUBBIS
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 15, 2006
Messaggi: 380

MessaggioInviato: Ven Mag 30, 2008 3:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

BUONANOTTE!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
maniaco
Newbie
Newbie


Registrato: Jan 18, 2006
Messaggi: 299
Località: centro storico

MessaggioInviato: Mer Ago 06, 2008 9:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Letture calcistiche di quest'estate 2008:
1-Il mio anno preferito: è un libro davvero bello che già qualcuno prima di me aveva consigliato. Non posso che confermare tutto e anzi invitarvi a leggerlo! In molti riconosceranno alcune situazioni e stati d'animo simili.
2-Tra i furiosi del calcio: questo è un libro che ho trovato per caso in libreria. L'ha scritto un giornalista americano trapiantato in Inghilterra e narra, alternato ad alcuni "spunti"saggistici, i suoi anni passati al seguito degli hooligans del Manchester United. Si riferisce agli anni 80, e termina con il racconto dei suoi giorni a callonia per Inghilterra-Olanda di Italia90. A differenza di quanto possiate pensiare non esprime parecchi giudizi, si limita a cercare di capire e far capire. Un libro sicuramente interessante.
3- Congratulazioni, hai appena incontrato la ICF (West Ham United): immagino che molti di voi già conoscano questo libro, comunque...l'ho trovato forse eccessivamente autocelebrativo in alcuni momenti, ma comunque una piacevole lettura.
4-Il più bel gioco del mondo: una raccolta di articoli di Gianni Brera. Le cronache di alcune partite storiche sono spesso pallose, sono invece carini i racconti sui vari personaggi del calcio anni 50-60-70. Ha ragione Barabbondio che in un post precedente aveva elogiato la scrittura di Brera. Un giornalista bravo (anche se spesso la penso diversamente da lui), altro che Gazzetta!

Detto questo, vi ricordo che un altro bel libro già citato in precedenza e che io ho letto l'anno scorso è Febbre a 90.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
joefalchetto
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 01, 2007
Messaggi: 182

MessaggioInviato: Gio Ago 07, 2008 11:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Vladimir Dimitrijevic - La vita è un pallone rotondo. E' un libro che in libreria e in biblioteca si trova nella sezione "letteratura" e questo dovrebbe bastare. Ma soprattutto "non leggere questo libro sarebbe come sostituire il cuore con il tracciato dell'elettrocardiogramma".
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Nucleo14Agosto
Newbie
Newbie


Registrato: Sep 15, 2005
Messaggi: 519

MessaggioInviato: Mer Ott 29, 2008 2:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Finalmente dopo anni e anni è uscito questo gran libro www.stadiditalia.forumup.com
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
giogantinu
Newbie
Newbie


Registrato: Oct 27, 2008
Messaggi: 57
Località: Roma / Alto oristanese

MessaggioInviato: Mer Ott 29, 2008 8:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Futbol di Soriano

La verità sul delitto Sandri

Calcio e fascismo
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Mercatino Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 3 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.07 Secondi