Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 69
Iscritti: 0
Totale: 69
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
l
 Archivio: [  Mazzarri   Bonavita  Pandolfi  Izzo  Borghi  Tacchi  Flavoni  Prima  Petrelli  Cuccù  ]



Dopo la concessione di un rigore a favore della propria squadra, raramente capita di vedere i tifosi fischiare sonoramente il giocatore che si appresta alla battuta dagli undici metri. Questa scena è accaduta all'Acquedotto il 22 Settembre del 1996. Il protagonista in negativo, in quanto non è mai entrato nelle grazie del poco pubblico di quella stagione, è Giovanni Bonavita, poi soprannominato "Pennellone" per la sua alta statura e per la qualità alquanto discutibile dei suoi piedi. Bonavita arriva alla Torres nell'estate del 1996, all'età di 25 anni, con un discreto curriculum che faceva sperare soprattutto in prospettiva. Di lui già da ragazzo se ne parlava un gran bene, infatti cresce calcisticamente nel fertile vivaio dell'Atalanta dove nel campionato 1990/91 esordisce nel massimo campionato, realizzando una rete (l'unica in serie A) ed esordendo anche in campo europeo in coppa Uefa. Durante gli anni a Bergamo vive una parentesi a Monza, dopodiché le altre squadre dove milita prima della Torres sono state Spal e Pro Sesto in C1, Venezia in serie B e Alzano in C2. Proprio dai bergamaschi dell'Alzano, la Torres rileva il cartellino di Bonavita, che nelle intenzioni della società doveva andare a formare una formidabile coppia d'attacco con Francolino Fiori, ma le attese non furono mantenute proprio per le negative prestazioni del giocatore lombardo. Dopo l'esaltante campionato precedente, culminato con la semifinale dei play-off, la Torres di quell'anno parte con ambizioni ridimensionate a causa di molte cessioni importanti, ma in ogni modo lascia ben sperare in qualcosa di buono. L'esordio della Torres nel campionato, infatti, è esaltante grazie al pareggio esterno in casa del Lumezzane, che pian piano andò a dominare il campionato, dove Bonavita esordisce solo per pochi minuti in maglia rossoblu subentrando al 90'. Per vedere "Pennellone" titolare bisogna attendere solo sette giorni, gioca in Torres - Pro Vercelli dove delude le attese giocando una gara del tutto insufficiente e dove si mette in luce solo per la buona volontà. Il turno seguente vede la Torres impegnata fuori casa nel derby di Olbia, finito con uno scialbo 0-0, Bonavita è di nuovo titolare a causa dell'assenza di Fiori per squalifica, anche qua molta buona volontà ma niente di più, incomincia così il malcontento nei suoi confronti del popolo rossoblu. La quarta giornata è quella del fatto singolare accennato in precedenza, la Torres affronta il Cittadella e Bonavita fa copia in attacco con il rientrante Fiori, la sua prova nel primo tempo è alquanto negativa e irritante e si merita una buona dose di fischi che continuano anche quando lo stesso Bonavita si incarica di battere un rigore, procurato da Fiori, che poi fortunatamente realizza. Nonostante la marcatura, che resterà l'unica nella sua esperienza a Sassari, l'allenatore Mario Buccilli lo sostituisce quasi subito ed arrivano per lui i primi applausi all'Acquedotto! La rete sembra galvanizzare Bonavita che il turno seguente gioca finalmente una partita sufficiente in quel di Varese, ma nei turni seguenti Buccilli li preferisce il sassarese Manunta e l'ex Olbiese Rassu. "Pennellone" rientra tra i titolari nella gara esterna contro la Pro Sesto ma non esalta, per lui l'ennesima sostituzione. Intanto Buccilli viene esonerato, gli subentra Mario Piga che dopo molte giornate ripropone Bonavita in campo, alla prima di ritorno riveste la maglia rossoblu entrando nella ripresa e guadagnandosi la stima del mister sassarse che lo manda in campo nei turni seguenti senza però mai essere ricompensato con marcature. Alla fine della stagione Bonavita registra a Sassari un totale di 18 presenze, 757 minuti giocati, una sola rete realizzata, una media voto estrapolata da La Nuova Sardegna di 5,9 ed il record negativo di non aver mai finito una partita in campo, è sempre stato sostituito oppure lui stesso è subentrato a partita in corso. A fine campionato Bonavita lascia la Torres senza nessun rammarico da parte dei tifosi, che non lo amarono mai, anche se si guarda con incredulità alle stagioni seguenti dove in tre stagioni mette a segno la bellezza di 30 goal, prima nell'Albinese, poi nell'Albinoleffe ed infine al Mantova. Qui, dopo la prima buona stagione ritorna sugli standard visti a Sassari, smette la carriera da professionista e gioca altre 3 stagioni tra i dilettanti, militando nell'Aglianese prima e nel Palazzolo dopo, realizzando in tutto 9 reti. Dopo Palazzolo non si hanno più notizie di "Pannellone", giocatore che a Sassari ha veramente destato negative impressioni a tutti, nonostante su di lui le referenze erano più che ottime, a tal proposito ricordiamo che durante una puntatat della trasmissione "SportClub" su Videolina, alcuni giocatori del Cagliari, al tempo in serie A, (tra cui Macellari) ricordarono Bonavita come un loro compagno nelle varie Nazionali giovanili e ritenevano strano il suo insuccesso alla Torres, soprattutto in un campionato non difficile come la C2.



#

Stagione

Squadra

Cat.

Presenze

Goal

1

2002-03

Palazzolo

D

15

2

2

2001-02

Aglianese

D

20

6

3

2000-01 (11)

Aglianese

D

13

1

4

2000-01

Mantova

C2

0

0

5

1999-00

Mantova

C2

31

7

6

1998-99

Albinoleffe

C2

30

10

7

1997-98

Albinese

C2

29

13

8

1996-97

Torres Sassari

C2

18

1

9

1995-96

Alzano Virescit

C2

6

1

10

1994-95

Pro Sesto

C1

18

1

11

1993-94 (11)

Venezia

B

10

0

12

1993-94

Pro Sesto

C1

8

2

13

1992-93

Pro Sesto

C1

25

3

14

1991-92

Spal

C1

21

0

15

1990-91 (11)

Atalanta

A

3

1

16

1990-91

Monza

C1

0

0

17

1989-90

Atalanta

A

0

0



(Clicca sulle foto per ingrandire)











 




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.24 Secondi