Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 966

Online:
Visitatori: 59
Iscritti: 0
Totale: 59
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
l
 Archivio: [  Mazzarri   Bonavita  Pandolfi  Izzo  Borghi  Tacchi  Flavoni  Prima  Petrelli  Cuccù  ]



Purtroppo il suo arrivo a Sassari è avvenuto qualche giorno dopo la partenza di Luca Amoroso, uno dei giocatori più forti in assoluto visti all'Acquedotto, e molti lo avevano indicato come il suo sostituto. Andrea Pandolfi non riuscì, infatti, a far dimenticare il fantasista pugliese ma diede comunque un buon contributo alla causa rossoblu in un'annata non certo facile. L'angelo biondo, come soprannominato in altre piazze, arriva alla Torres nell'Ottobre del 2001 dopo varie annate felici passate nella Fermana, dove vive da protagonista l'esaltante promozione in serie B dove con i canarini realizza anche una rete in ben 22 presenze. Il suo esordio in maglia rossoblu avviene in Coppa Italia nella trasferta di Frosinone dove Pandolfi realizza subito e regala alla Torres la vittoria esterna. Nel ritorno di coppa l'attacante di Jesi addirittura realizza una tripletta che fan ben sperare per il suo proseguo a Sassari. Nel frattempo l'esordio in campionato avviene alla 7° giornata di andata, la Torres è di scena a Castel di Sangro, dove rimedia una sconfitta fatale al tecnico Pino Petrelli, Pandolfi entra dalla panchina giocando solo 11'. Con l'arrivo del nuovo tecnico D'Adderio, già tecnico dell'attaccante ai tempi della Fermana, Pandolfi trova più spazio e alla 9° di campionato gioca titolare davanti al proprio pubblico nella vittoria contro il Benevento, disputando nel complesso una buona prova. Da lì però inanella una serie di partite al di sotto della sufficienza, nella trasferte di Sora e Chieti e in casa contro l'Aquila e la Lodigiani dove Pandolfi viene sopravanzato dall'emergente Alterio. Nella trasferta di Fermo arriva la svolta, Pandolfi resta in panchina fino a 5' dalla fine e allo scoccare del 90' trova la zampata finale che schioda uno 0:0 già scritto regalando alla Torres la prima vittoria esterna, indimenticabile la sua gioia sfrenata alla faccia di una piazza come Fermo che fino all'anno prima l'aveva visto come uno dei propri beniamini. La domenica seguente una Torres con il morale alto ospita la Nocerina, ancora una volta Pandolfi entra all'85', sul risultato di 2:0, ma trova comunque il tempo di realizzare nel fango la sua seconda rete consecutiva cominciando così a diventare simpatico al pubblico della Torres. Nonostante queste reti però l'attacante trova poco spazio, davanti a se à Udassi e Langella, e nelle trasferte di Pecara e Catania e in casa contro Viterbese e Avellino per lui solo poco spazio. Ancora una partita in trasferta cambia ancora la stagione dell'attaccante marchigiano, infatti a Pesaro Pandolfi partito titolare, suggella il vantaggio di Lavecchia con una rete capolavoro, realizzando saltando in dribbling alcuni avversari sulla trequarti e colpendo da fuori area, per la Torres è la seconda vittoria esterna in campionato. La domenica dopo si guadagna di diritto la maglia n°11 ma complice un'infortunio lascia il campo subito a Langella, da li salta alcuni turni, ritornando in campo per pochi minuti alla 25° di campionato. Da lì fino alla fine Pandolfi gioca titolare a Benevento, in casa contro il Sora e nella trasferta di Aquila senza però sfornare buone prestazioni, a parte un'altra rete segnata in trasferta a Roma contro la Lodigiani, che li costano meno spazio a discapito dell'emergente Cossu e dell'ultimo arrivato Emiliano Rey che proprio nel finale di stagione trova spazio nell'attacco rossoblu. Le cifre di Pandolfi a fine stagione parlano di 23 presenze per un totale di 994' giocati con 4 reti realizzati, una media voto di 5,97. Pandolfi nonostante le 4 reti in campionato e le 5 in coppa Italia non riesce a guadagnarsi la riconferma per la stagione 2001/2002, comunque rimane nei ricordi del pubblico della Torres per la grinta e la voglia che mai ha dispensato in campo, al contrario di alcuni suoi compagni di squadra. Dopo la Torres Pandolfi si accorda con l'Acireale in C2, dome somma 26 presenze e 8 reti in campionato. Nel campionato 2003/04 Pandolfi gioca nelle file dell'ambiziosa Lodigiani ma complice una vena realizzativi scarsa e la forte concorrenza viene girato al Tolentino, dove in 9 presenze realizza una sola rete. Lo scorso campionato Pandolfi ritorna alla Lodigiani, dove però continua a non lasciare il segno, per lui solamente 5 presenze e nessuna rete realizzata. Quest' anno Pandolfi ancora non si è accordato con nessuna squadra.



#

Stagione

Squadra

Cat.

Presenze

Goal

1

2004-05

Lodigiani

C2

5

0

2

2003-04 (1)

Tolentino

C2

9

1

3

2003-04

Lodigiani

C2

15

0

4

2002-03

Acireale

C2

26

8

5

2001-02 (10)

Torres Sassari

C1

23

4

6

2000-01

Fermana

C1

21

1

7

1999-00

Fermana

B

22

1

8

1998-99

Fermana

C1

28

3

9

1997-98

Fermana

C1

27

7

10

1996-97

Jesi

CND

29

9

11

1995-96

Riccione

CND

25

0

12

1994-95

Ancona

B

2

0



(Clicca sulle foto per ingrandire)















 




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.15 Secondi