Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 70
Iscritti: 0
Totale: 70
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 La Torres evita la condanna all’inferno

Rassegna stampa

«Missione compiuta». Le parole dell’avvocato Eduardo Chiacchio dopo la sentenza della Corte di giustizia, che ha confermato gli otto punti di penalizzazione alla Torres e i due all’Olbia, la dicono lunga sul pericolo corso dalla società rossoblù.



L’ostinazione del procuratore, che ha chiesto la retrocessione all’ultimo posto del club rossoblù, hanno reso incandescente la battaglia dialettica. Ci sono stati scambi durissimi tra le parti e fino a quando non è stata pronunciata la sentenza (poco prima delle 19), la tensione ha raggiunto livelli altissimi. La paura era che i giudici potessero inasprire la pena, anche perchè in questi giorni le pressioni non sono mancate. A partire dal documento firmato da 18 società di serie C, che hanno chiesto di usare il pungo di ferro. Dimenticandosi, alcune di queste, di non aver rispettato, loro per prime i regolamenti, cancellando con un colpo di spugna un passato non proprio limpido. «Quando il presidente ha capito a che cosa poteva andare incontro - spiega Eduardo Chiacchio -, ha messo a posto le cose. Questo aspetto penso sia stato determinante nella valutazione fatta dalla Corte di giustizia, perchè ha visto la buona volontà della Torres di mettersi in regola». Il legale della società sassarese non ha gradito la condotta dell’avvocato difensore dell’Olbia. Durante l’arringa ha detto: «La sanzione inflitta ai nostri assistiti è troppo pesante se la confrontiamo con quella data alla Torres». Parole che non sono state digerite. «Una considerazione che non mi è piaciuta - spiega Chiacchio -. Non è bello e nemmeno corretto fare delle valutazioni sulle disgrazie altrui. Lo dico senza peli sulla lingua, il comportamento di questo collega è da censurare». La notizia è rimbalzata in città quasi in diretta. I tifosi e quanti vogliono bene alla Torres, è proprio il caso di dirlo, possono tirare un sospiro di sollievo. E’ andata benissimo alla luce delle accuse contenute nel deferimento: illecito amministrativo per aver presentato documenti falsi al momento dell’iscrizione al campionato. I regolamenti sono chiarissimi, così come è certo che la Torres ha fatto in ritardo i versamenti contributivi. La strategia adottata dall’avvocato Chiacchio è stata vincente perchè non ha cercato di arrampicarsi sugli specchi. Ha ammesso le responsabilità, puntando sulla mancanza di dolo nel comportamento del club. L’altro aspetto che ha pesato è prettamente sportivo: probabilmente non si è voluto falsare il campionato, avvantaggiando questo o quella società. Ora il pensiero è rivolto alla partita di domenica a Ivrea. Bisogna vincere per non dover soffrire ancora due settimane. I playout sono una trappola nella quale bisogna evitare di cadere. Dopo ci sarà tempo per fare bilanci e pensare al futuro.

Mascia: «Pena troppo severa»

«Contento? Non scherziamo». Antonio Mascia va controcorrente. Il presidente della Torres non esulta dopo la sentenza della Corte di giustizia. «Potevano tenere conto di quanto abbiamo fatto, sistemando a tempo di record tutte le pendenze. Mi aspettavo uno sconto, anche se non posso negare che qualche errore è stato fatto. Ma ci tengo a dirlo, senza dolo». E poi un messaggio alla squadra. «Abbiamo dei giocatori fantastici, grandi professionisti. Hanno risposto alla grande sul campo dopo le brutte notizie da Roma. Noi stiamo pagando pesantemente la gestione dello scorso anno, è costata troppo. Diciamo che ho pagato a caro prezzo la mia ingenuità in questa materia». Pacata la riflessione di Luciano Foschi. «Credo che otto punti siano troppi - dice l’allenatore della Torres -. Non è giusto toglierci quando ottenuto sul campo per inadempienze da parte della società. In questi casi sarebbe meglio sanzionare il club in un altro modo. Credo che siano stati rigidi, credo che toglierci i playoff sarebbe stata una punizione giusta. Ma ora pensiamo alla partita con l’Ivrea. Non voglio sentir parlare di calcoli, bisogna vincere e basta. E non ci regaleranno nulla».

Contributi, slitta tutto di una settimana
Chi si aspettava una fumata bianca dal palazzo della Regione è rimasto deluso. Dal comignolo di via Roma non si è levato neanche un fil di fumo. La delibera che avrebbe dovuto dare via libera ai contributi per la Torres, la Nuorese, l’Olbia e la Dinamo è rimasta sepolta sotto una valanga di documenti ritenuti, evidentemente, più urgenti. L’intera riunione di giunta è stata dedicata alla discussione dei Por e così il pallone è rotolato alla prossima settimana. Martedì - hanno fatto sapere dagli uffici della presidenza - è in programma una nuova riunione della Giunta e il problema dei contributi alle poche società professionistiche rimaste escluse dalla ripartizione dei fondi sarà inserito all’ordine del giorno dei lavori. Ci vorrà ancora un po’ di pazienza, insomma, ma la pratica sembra finalmente in dirittura d’arrivo. Sulla necessità di dare una mano a Torres, Olbia, Nuorese e Banco c’è un voto bipartizan del consiglio regionale preoccupato per i riflessi che i tagli alle sponsorizzazioni possono avere per la sopravvivenza delle quattro società di vertice dello sport isolano. Nei giorni scorsi, in una conferenza stampa congiunta, i quattro presidenti avevano addirittura paventato la possibilità di rinunciare alle iscrizioni al prossimo campionato. Un grido d’allarme preoccupato che ha trovato sponda un po’ in tutti i gruppi politici e, soprattutto nei tifosi. Anche il presidente Soru, dopo aver a lungo storto il naso, sembra ora più disponibile a correre in aiuto dei club in difficoltà.

Roberto Muretto - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by Canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.10 Secondi