Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 93
Iscritti: 0
Totale: 93
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 Chi va e chi viene all'Hotel Torres

Rassegna stampa

La porta girevole del Grand Hotel Torres è sempre in movimento. Giocatori che arrivano (ieri due centrocampisti, Caccavalle e Cattani), giocatori che potrebbero partire dopo l'annunciato ridimensionamento dei rimborsi spese.



Ma anche presidenti che lasciano (Leonardo Marras) per fare posto a figure che ricompaiono (Antonello Lorenzoni) anche se la decisione non è stata ufficializzata. E allenatori come Michele Tamponi che restano sulla soglia per capire se sono graditi alla dirigenza e se esiste un progetto chiaro. Nessuna meraviglia, l'ultracentenario Hotel Torres attira sempre persone e polemiche, nonostante le crepe di una società fallita tre volte negli ultimi venti anni. Il viavai e i problemi ci sono sempre stati. Anche quando la squadra militava tra i professionisti. Figurarsi ora che annaspa in Eccellenza. Dico, Eccellenza. Dimensione che Sassari mal sopporta, ma oggi tra la Torres e la capolista Porto Torres ci sono 12 punti di distacco, ma soprattutto una evidente differenza in termini di possibilità economiche. La promozione diretta sembra già un miraggio dopo appena nove giornate. Restano i play off, ma tra la vetta e il rossoblù più antico dell'isola ci sono 9 squadre, meno blasonate, ma più agguerrite e più in armonia. Rewind per chiarire meglio la situazione. L'ingresso, o meglio il ritorno di Lorenzoni ha provocato una riformulazione dello stile societario. Da settembre sono arrivati una decina di giocatori (la metà ingaggiati) e i soldi (non moltissimi) devono essere spesi bene. Del resto per un giocatore è meglio avere la certezza di prendere una cifra, che restare con la promessa del doppio, come accaduto l'anno scorso quando la Torres ha vinto sì la Promozione, ma ha chiuso a - 100 mila euro. (Dico, in Promozione). Al tourbillion tecnico che non lascia da parte neppure il tecnico Tamponi, vanno aggiunti una Curva Nord che non entra più al Vanni Sanna per protesta e uno stadio con la Curva Sud vietata ai tifosi avversari e con mezza tribuna coperta indisponibile. Magari tra un paio di mesi la Torres si sarà stabilizzata e sarà risalita in classifica e come morale. Ad oggi il futuro è ancora nebbioso.

Giampiero Marras - L'Unione Sarda



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Chi va e chi viene all'Hotel Torres (Voto: 1)
di magnazzona il Mercoledì, 28 ottobre @ 08:34:31 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Più che un Grand Hotel sembra una pensione di 2^ categoria o al massimo un bed & breakfast nella Nurra.



Re: Chi va e chi viene all'Hotel Torres (Voto: 1)
di serrot1903 il Mercoledì, 28 ottobre @ 10:29:14 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Di quel grand Hotel sono da ricordare solo i...cessi.



Re: Chi va e chi viene all'Hotel Torres (Voto: 1)
di REDandBLU il Mercoledì, 28 ottobre @ 19:18:24 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Due rinforzi per la Torres Mercoledi 28 Ottobre 2009 19.09 La Torres Calcio comunica che è stato raggiunto l’accordo con i giocatori Vincenzo Caccavale e Alberto Catani, entrambi centrocampisti, che vestiranno la maglia rossoblù per il proseguo della stagione. Nato a Torre del Greco il 9 agosto del 1976, Caccavale, 1,76 per 73 kg, ha alle spalle una lunga carriera iniziata a Nola dove a diciassette anni esordisce in C1. Passa poi al Valdagno in C2 e quindi al Casarano in C1. Diverse esperienze in serie D: Isernia, Potenza, Ceccano, Marcianise, Ostiamare e Castiglione dove ha militato fino alla scorsa stagione. Alberto Catani, nato ad Ancona il 22 agosto del 1980, vanta in carriera numerose presenze in serie C2, in particolare con la maglia della Vis Pesaro, squadra con la quale ha affrontato da avversario la Torres nella stagione 98/99. Nelle ultime stagioni ha militato in diversi campionati interregionali, tra cui Albalonga, Città di Castello e Gualdo Calcio, squadra in cui ha militato fino alla scorsa stagione.






Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.15 Secondi