Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 75
Iscritti: 0
Totale: 75
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 Olbia e Torres le regine dell'Eccellenza

Rassegna stampa

Non inganni la classifica che le vede a -1 dalla coppia di vetta Calangianus-Taloro Gavoi: le regine di Eccellenza sono Olbia e Torres. Lo suggeriscono i risultati di questo primo scorcio di campionato, caratterizzato in entrambi i casi da una sconfitta e tre vittorie, l'ultima colta domenica rispettivamente contro Muravera e Atletico Elmas.



Ma soprattutto la faraonica campagna acquisti estiva, che ne ha rinnovato rosa dei giocatori e staff tecnico, e, non ultima, la consapevolezza regnante sulle storiche, opposte sponde calcistiche del Nord Sardegna che la vittoria finale si ridurrà a un gioco a due tra bianchi e rossoblù. «Con il Tavolara terzo incomodo», aggiunge l'allenatore della Torres Mauro Giorico. «A differenza di Calangianus e Taloro, che non dureranno in vetta perché non attrezzate, i verdi hanno organico e tempo per riprendersi». E il derby di domenica al Nespoli per dimezzare le distanze dall'Olbia, con la Torres che, impegnata al Vanni Sanna con il Valledoria, potrebbe approfittarne per staccare gli acerrimi rivali. Quanto all'altro derby, quello vinto in casa dai sassaresi al terzo turno, «trattasi di un episodio», commenta il tecnico dell'Olbia Raffaele Cerbone. «È arrivato troppo presto per essere indicativo dei rapporti di forza tra la due squadre. In ogni caso il pallone ce l'avevamo sempre noi». E voilà, Olbia e Torres. Di nuovo in campo, di nuovo rivali. In lotta per lo stesso obiettivo: la vittoria del campionato. Con i rossoblù che si confermano macchina da gol con 15 reti realizzate contro le 5 dei bianchi. «Per quel che ho visto», interviene Giorico, «con tre fuori quota alle spalle Siazzu è servito male». Ciò che non ha impedito al bomber torpeino di segnare quattro gol in altrettanti match e all'Olbia di fare gli stessi punti della Torres. «La verità», ribatte Cerbone, «è che con quattro fuori quota da schierare obbligatoriamente a qualcosa, a centrocampo o in attacco, bisognerà pur rinunciare». A maggior ragione se manca il terzino under o se non si dispone di un fuori quota tra i pali (vedi Tavolara). Dunque la rivelazione. Perché se l'Eccellenza è condizionata dalla folta presenza di giovani in campo («con grave pregiudizio della qualità del gioco», aggiunge Giorico), «alla lunga la differenza la farà la gestione dei grandi», afferma senza esitazioni Cerbone. E allora meglio abituarsi al turnover. Un salvagente al quale, a fronte di sette gare in venti giorni tra campionato e Coppa Italia, il tecnico dei bianchi si è aggrappato da subito e con un certo profitto. «L'Olbia ha un organico forte e ampio ma se le idee sono chiare», replica Giorico, «già all'inizio si tende a schierare gli stessi giocatori, quelli che garantiscono il migliore assetto in campo». Fortuna vuole che a differenza dei galluresi, che domani giocano a San Teodoro, i turritani, al secondo turno di Coppa Italia, stiano a riposo. Ciò che permetterà alla Torres di ripartire di slancio domenica contro il Valledoria e all'Olbia di sperimentare un nuovo undici da opporre al Tavolara. Per ribaltare lo 0-1 di Coppa Italia e cominciare a depennare il primo rivale sulla via del successo.

Ilenia Giagnoni - L'Unione Sarda



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Olbia e Torres le regine dell'Eccellenza (Voto: 1)
di Monterosello il Martedì, 13 settembre @ 20:24:32 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Quanto all'altro derby, quello vinto in casa dai sassaresi al terzo turno, «trattasi di un episodio», commenta il tecnico dell'Olbia Raffaele Cerbone. «È arrivato troppo presto per essere indicativo dei rapporti di forza tra la due squadre. In ogni caso il pallone ce l'avevamo sempre noi» - VAI E FATTI UNA BEDDA CAGGADDA CERBÒ, E RINGRAZIA CHI DI CIAFFI N`AVEDDI PIGLIADDU DUI E BÒ..



Re: Olbia e Torres le regine dell'Eccellenza (Voto: 1)
di serrot1903 il Mercoledì, 14 settembre @ 08:02:36 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Ho ragione io quando dalla curva grido sempre : UMILIATELI!!!.Cosi' si tapperanno la bocca tutte le volte. Comunque con quei due sculaccioni li abbiamo fato il culetto rosso. Olbia merda ale', olbia merda ale',olbia merda ale'..



Re: Olbia e Torres le regine dell'Eccellenza (Voto: 1)
di Lupo il Giovedì, 15 settembre @ 16:45:54 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
...il tecnico dell'Olbia Raffaele Cerbone. «È arrivato troppo presto per essere indicativo dei rapporti di forza tra la due squadre. In ogni caso il pallone ce l'avevamo sempre noi». Infatti le partite si vincono tenedo di più la palla....tienitelo il pallone gaggio...! 2-0 X noi....!!






Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.34 Secondi