Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 72
Iscritti: 0
Totale: 72
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 E’ una super Torres, Sanluri annientato

Rassegna stampa

La Torres ha liquidato con un secco 2 a 0 il Sanluri al termine di una partita giocata con grande determinazione. Una vittoria strameritata per la squadra rossoblù che ha sempre avuto in mano le redini della partita, giocando un buon calcio, ma soprattutto confermando quella competitività che non a caso l’ha portata al vertice della classifica.



La vittoria della squadra sassarese non è mai stata in discussione, in campo si è vista una sola squadra. Il Sanluri poco ha potuto contro i ragazzi di Mauro Giorico che hanno saputo interpretare, sin da subito, la partita con lo spirito giusto. La partenza della Torres è stata bruciante. Già al 2’ Cinus ha tolto dal sette una punizione dalla distanza di Manzini. Al 5’ Bisogno si è presentato tutto solo davanti a Cinus che ha respinto in uscita e 1’ dopo sugli sviluppi di un altro calcio piazzato Manzini ha colpito la traversa e Pippia il palo. Un avvio choc per il Sanluri costretto a subire l’offensiva rossoblù. Una superiorità tecnico-tattica che purtroppo non si è concretizzata con una segnatura. Ma il Sanluri, in evidente affanno, non è riuscito ad impensierire la difesa sassarese che ha sempre consentito quelle ripartenze che sono il pezzo forte dei rossoblù. Così, al 21’, una grande percussione sulla fascia sinistra di Matteo Tedde si concludeva con un cross dal fondo a rientrare che trovava pronto Alessandro Piras al tiro potente da fuori area che si insaccava alle spalle di Cinus. Un vantaggio non solo meritato, ma logico per quello che si era visto in campo sino a quel momento. Una volta in vantaggio, la Torres ha concesso qualche spazio al Sanluri il cui gioco però, inevitabilmente, andava a cozzare sul filtro del centrocampo rossoblù (Manzini, Piras e Bisogno) che proteggeva al meglio una difesa attenta. E le ripartenze erano sempre micidiali. Come quella del 41’ quando ancora Tedde liberava in area Bisogno che, a due passi dalla porta, metteva a lato la più facile delle palle gol. Nella ripresa, condizionata anche dalla pioggia caduta in abbondanza, la Torres ha continuato a controllare la partita rendendo vano un maggiore attivismo messo in mostra dal Sanluri che, va sottolineato, non ha mai impensierito Deliperi con tiri pericolosi, anzi, diciamola, tutta, non ha mai tirato in porta. La Torres si è limitata a controllare la partita ma al 14’ ha avuto l’occasione per raddoppiare con Idda che di testa a messo a lato da una posizione favorevolissima. Raddoppio che però è arrivato puntuale al 34’ quando l’ennesima percussione di Tedde che ha bucato la sbilanciata difesa biancorossa, ha prodotto un assist delizioso per Fabrizio Falchi che al volo ha battuto Cinus mandando la palla a infilarsi sotto la traversa. Poi, sino alla fine, solo qualche velleitario e innocuo attacco del Sanluri con la Torres tranquilla nel controllo della gara. Una bella vittoria che da continuità, come si sperava e si auspicava, alla serie di risultati positivi della squadra rossoblù. Un successo che aumenta notevolmente l’autostima di questa squadra che sta crescendo e vede, soprattutto, crescere quei ragazzi fuori quota (Barroccu è stato grande protagonista di una gara splendida) che possono fare la differenza.

Giorico: «Avanti così» Zottoli: «Ci rifaremo»
Altro importante tassello sotto forma di una vittoria esterna che fa della Torres la squadra leader del campionato di Eccellenza. «Una partita combattuta contro un buon Sanluri - afferma l’allenatore sassarese Mauro Giorico, che ha seguito gli interi 90’ in piedi incitando continuamente i suoi - la Torres ha meritato ampiamente la vittoria. Siamo partiti molto bene andando a segno con Piras, creando numerose occasioni, colpendo pali e traverse e riuscendo poi con Falchi a raddoppiare». «Sono soddisfatto - dice ancora mister Giorico - per la bella prestazione di tutta la squadra e devo fare i complimenti ai ragazzi per l’impegno e la volontà, con questo carattere possiamo andare avanti e arrivare all’obiettivo che, insieme alla società, ci siamo prefissati. Non sarà facile perché ci sono avversari agguerriti però noi ci crediamo». L’allenatore torresino attende inoltre di poter contare su Gigi Lavecchia (le pratiche per il tesseramento sono a buon punto) e auspica il rientro quanto prima del bomber Andrea Sanna, elemento insostituibile dell’attacco rossoblù. Il tecnico sanlurese Vincenzo Zottoli non fa drammi per una sconfitta messa in preventivo di fronte alla corazzata Torres. «Abbiamo disputato una buona gara - sostiene Zottoli - a questi livelli pesa l’esperienza e la Torres ne ha da vendere visto l’organico, ma non ci siamo mai arresi e anzi nel secondo tempo siamo cresciuti e abbiamo creato qualche difficoltà alla loro difesa. a Torres ha meritato il successo». Per quanto riguarda l’obiettivo stagionale Zottoli precisa: «Si vuole far crescere i ragazzi, raggiungere al più presto la salvezza. Per quanto mi riguarda sono abbastanza fiducioso e credo che alla fine disputeremo un buon campionato». Il presidente della Torres Antonello Lorenzoni non ha fatto mancare la sua vicinanza alla squadra anche a Sanluri. «Si è vista una partita con belle giocate - osserva il massimo dirigente rossoblù - il Sanluri è stato battagliero, nel primo tempo si poteva fare di più, l’importante era vincere e continuare la serie positiva». Riflessione pacata quella di Paolo Pilloni, presidente del Sanluri. «I nostri avversari si sono dimostrati forti e di valore - dice - forse si poteva fare di più, ci sarebbe voluto più astuzia e un’attenzione maggiore. Noi non abbiamo le ambizioni della Torres, i nostri obiettivi sono altri, però per quanto riguarda l’impegno della squadra posso ritenermi soddisfatto. Poi con la Torres perdere ci sta».

«Tre punti che fanno classifica e morale»
Missione compiuta per la Torres che si impone su un Sanluri mai domo e proprio la buona prestazione dei biancorossi da spessore al successo dei sassaresi. «Gara combattuta», osserva Alessandro Piras, autore della prima rete. «Volevamo i tre punti - aggiunge Piras - e li abbiamo ottenuti con pieno merito, anche se il Sanluri si è dimostrato avversario pericoloso. È una vittoria che ci da ulteriore spinta verso il traguardo del salto di categoria. Veramente un peccato - conclude Piras - non poter contare in trasferta sui nostri tifosi che ci sono di grande aiuto. Speriamo che nella prossima trasferta nel campidano possano venire a sostenerci con calore». Da un goleador all’altro, il bravo Fabrizio Falchi che ha siglato il 2 a 0 nel momento in cui il Sanluri stava cercando il pareggio. «Ottima vittoria - dice Falchi - abbiamo sprecato diverse palle-gol ma alla fine è arrivata la vittoria che ci permette di guardare al futuro e confermare le ambizioni». Anche Falchi sottolinea «l’assenza dei tifosi, ci dispiace che vengano puniti in modo così eccessivo». Andrea Sanna non ha giocato a causa dell’infortunio subito l’altra domenica con il Valledoria e ha tifato in tribuna per i compagni. «Match vinto con pieno merito - puntualizza l’ex attaccante di Terralba e Fertilia - per quanto mi riguarda con la Torres mi trovo benissimo, in carriera non mi era mai capitato di giocare nella squadra di una città importante come Sassari e conto di rientrare al più presto per dare il mio contributo al salto di categoria». Sul fronte biancorosso tra i calciatori più attivi Ernesto Pilloni, sanlurese doc che spiega: «la Torres ha dimostrato di essere molto forte e compatta, puntavamo a finire il primo tempo in parità per poi cercare di sorprenderli nel secondo, ma il gol ci ha tagliato le gambe. Poi abbiamo comunque provato ad attaccare ma non c’è stato niente da fare. La loro difesa si è dimostrata insuperabile e alla fine hanno meritatamente avuto la meglio. Noi ora speriamo di rifarci domenica prossima».

Daniele Doro e Roberta Mameli - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.08 Secondi