Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 96
Iscritti: 0
Totale: 96
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 Bucchi isola la Torres: pensiamo soltanto al Pavia

Rassegna stampa

La Torres continua la preparazione in vista della sfida alla capolista Pavia di domenica al “Vanni Sanna”. Ieri una doppia seduta di allenamento per i ragazzi di Cristian Bucchi che stanno lavorando con grande intensità e che guardano alla partita con la squadra lombarda come l’occasione per riscattare il ko rimediato col Bassano e consolidare così una classifica che propone ancora motivi di criticità.



Questo pomeriggio è probabile che il tecnico rossoblù possa collaudare, con una partitella di metà settimana, se non proprio la formazione almeno i vari reparti. La sensazione è che si stia andando verso una conferma della squadra che ha perso (immeritatamente) il match di domenica scorsa. Intanto, da Pavia arrivano notizie su qualche problema di formazione per mister Maspero. La squadra lombarda potrebbe avrebbe difficoltà In difesa dove oltre allo squalificato Marino sono in forse Cristini e Abbate. Assenze temute anche a centrocampo dove Corversi e Pederzoli non stanno benissimo così come Carraro che si è forse stirato in allenamento. Naturalmente, la rosa del Pavia è tale, per quantità e qualità, di garantire comunque una formazione altamente competitiva. Lo dicono anche i numeri della squadra lombarda. Il Pavia, oltre a essere primo con l’Alessandria (ma ai pavesi è stato tolto un punto) è la squadra che ha vinto di più (17 volte), di cui sei in trasferta. E se è vero che ha subito ben 34 reti, una in più della Torres, ha un attacco formidabile, il migliore del girone, con 50 gol segnati. Insomma, davvero un brutto cliente per la squadra rossoblù. A dirigere Torres-Pavia è stato designato l'abruzzese di Teramo Antonio Di Martino. Un direttore di gara che in passato non ha mai incorciato la strada della squadra sassarese. Sul fronte societario non ci sono notizie nuove ma i soliti rumor che non sembrano turbbare più di tanto Bucchi e i suoi ragazzi. Capitani aveva detto che avrebbe fatto un salto in Sardegna per provare a chiudere (o quantomeno a rilanciare) la trattativa con l’amministrazione comunale per la gestione lo stadio, ma impegni di lavoro lo hanno trattenuto a casa. Il presidente non è soddisfatto delle “attenzioni” che le amministrazioni pubbliche (Comune e Regione in particolare) stanno riservando alla Torres e non lo nasconde: «Non siamo trattati come le altre società sportive sarde di vertice – ha detto appena l’altro ieri – e voglio capire perchè. Chiederò, a prescindere dalle sorti della Torres, se i contributi erogati agli altri sono legittimi e perchè noi continuiamo a essere ignorati». Poi un affondo che tinge di nero il futuro rossoblù: «Di fronte a questo stato di cose anche un pazzo come me dovrà prima o poi prenderne atto». Il presidente si sta disinnamorando del suo giocatolo?

Il Vanni Sanna in condizioni disastrose
Lavori mai terminati, interventi urgenti e costosi e una struttura che sembra sempre al punto di partenza. Lo stadio Vanni Sanna resta uno dei “rubinetti aperti” nei conti del comune di Sassari, una struttura spesso bisognosa di nuovi interventi di manutenzione perché quelli ordinari vengono fatti a singhiozzo mentre quelli straordinari qualche volta creano ulteriori problemi. Negli ultimi due anni l’Acquedotto è stato interessato da un’enorme mole di lavori, in parte legati all’agibilità e al decoro della struttura e in gran parte legati alle severissime prescrizioni della Figc e della LegaPro, campionato in cui milita la Torres. Sia la giunta di Gianfranco Ganau che quella guidata da Nicola Sanna hanno messo in campo grande impegno e ingenti risorse (oltre 400mila euro solo negli ultimi 12 mesi) per permettere ai rossoblù di essere regolarmente in campo, ma evidentemente qualcosa è andato storto. Non si spiega altrimenti lo stato attuale della tribuna centrale, degli ambienti interni, della gradinata est e del terreno di gioco. Gli spogliatoi della Torres sono stati ristrutturati solo a metà e lo stanzone delle docce e dei bagni è rimasto al punto di partenza. Ancora più grave la situazione in tutti gli ambienti che si affacciano sul corridoio centrale degli spogliatoi (rimessi completamente a nuovo e impermiabilizzati, almeno teoricamente), che sono ormai quasi inutilizzabili perché nuovamente soggetti a copiose infiltrazioni d’acqua piovana. Un fatto particolarmente preoccupante, dato che oltre ai danni più evidenti a occhio nudo mette anche in pericolo la struttura portante, in acciaio. A cavallo tra il 2009 e il 2010, per problemi simili, la tribuna coperta era stata momentaneamente dichiarata inagibile e riaperta soltanto dopo alcune delicate prove statiche eseguite dai vigili del fuoco. L’acqua filtra da alcuni gradoni della tribuna non perfettamente sigillati e con tutta probabilità dalla nuova struttura poggiata sulla parte bassa. Sa molto di incompiuta la gradinata, lato piazzale Segni, che resta chiusa per questioni legate al cervellotico regolamento della LegaPro, ma che comunque non è mai stata completata dopo il costoso intervento (quasi 200mila euro) del 2013: alle sue spalle restano accatastate le stecche di calcestruzzo della vecchia gradinata e non sono neppure state installate le porte dei locali retrostanti. In attesa che il discorso legato alla gestione dell’impianto (alla quale il patron rossoblù Capitani si è detto interessato) venga risolto, versa in pessime condizioni anche il terreno di gioco, che è di fatto privo di manutenzione da qualche mese. Al di là della scarsa quantità di pubblico che in questo periodo frequenta l’Acquedotto, lo stadio cittadino – il più antico della Sardegna – resta in pessime condizioni e la sensazione è che le ingenti risorse pubbliche impiegate siano state spese piuttosto male.

Daniele Doro e Andrea Sini -La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.07 Secondi