Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 88
Iscritti: 0
Totale: 88
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 «No soldi, no Torres». Serie C a rischio

Rassegna stampa

«Se le condizioni sono queste non iscrivo la squadra». Domenico Capitani non usa giri di parole per descrivere il suo stato d’animo a sei giorni dalla scadenza dei termini per perfezionale l’iscrizione al campionato di Lega Pro 2015-2016. La Torres rischia di rimanere al palo e sarebbe l’ennesima beffa per i tifosi e per una squadra che ha meritato la salvezza sul campo.



L’allarme - per la verità lanciato da mesi - sta diventando serio con l’avvicinarsi della scadenza e, soprattutto, per la nuova fumata nera arrivata da Cagliari. La Regione ha confermato che non potrà dare contributi alla Torres per gli anni trascorsi lasciando aperto uno spiraglio - tutto da costruire - per un non meglio precisato futuro. Una risposta che ha lasciato di sasso il presidente. Capitani si aspettava ben altro. «Abbiamo portato in giro per l’Italia il nome della Regione – ha detto – e ci era stata fatta una promessa recepita anche in una delibera di giunta. La decisione è stata poi revocata in maniera unilaterale e senza nemmeno informarci. Non so quanto tutto ciò sia legittimo perché noi avevamo preso impegni e sostenuto delle spese. Sono convinto, oggi più di ieri, che la Torres sia stata maltrattata rispetto ad altri club che hanno invece avuto un sostegno economico con progetti di co-marketin dai quali noi siamo stati esclusi. Diamo forse fastidio a qualcuno»? Il presidente snocciola cifre e non esclude iniziative legali. «Nei miei due anni di presidenza non ho visto un euro da parte della Regione. Ho gestito la società facendo ricorso a mezzi personali ma da solo non sono più in grado di andare avanti. A fine giugno dovrei versare una fideiussione da 400 mila euro e altri 50 mila di tassa di iscrizione. Ci sono poi da fare i contratti con lo staff e i giocatori e c’è tutto il capitolo del settore giovanile. A conti fatti un campionato di serie C non costa meno di 1milione 200 mila euro a fronte di incassi irrisori». «Io non capisco - ha continuato il presidente - perchè una Regione autonoma come la Sardegna non possa decidere in maniera lineare e alla luce del sole, di aiutare le sue squadre di vertice. E’ l’unico modo per superare il gap tra chi fa sport nell’isola e chi lo fa dall’altra parte del Tirreno. Invece vedo che si continua ad andare avanti con escamotage come quello del co-marketing che servono solo per aiutare gli amici o gli amici degli amici. Se l’andazzo è questo io getto la spugna. Lo sto dicendo da tempo, inascoltato come sempre. Ma sappiate che faccio sul serio». Se è così la Torres rischia davvero grosso. In caso di mancata iscrizione il club sarebbe costretto a ripartire dai campionati dilettanti (probabilmente l’Eccellenza) con un nuovo assetto societario e una rosa giocatori tutta da costruire. La speranza è che Capitani ci ripensi o trovi finalmente qualcuno in grado di dargli una mano.

Antonio Ledà - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: «No soldi, no Torres». Serie C a rischio (Voto: 1)
di Nathan71 il Giovedì, 25 giugno @ 08:57:24 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Come volevasi dimostrare... questo è il risultato per chi ha votato alle regionali questa massa di politici incompetenti e malfidati che pensano solo agli "aiutini" di massoni e doppiogiochisti. Sono talmente schifato oggi che mi viene il voltastomaco...e questo perchè in Regione a questo giro erano tutti Sassaresi...queste gentaglia è bene che il popolo Torresino si ricordi chi sono quando ci sarà da tornare a votare a destra come a sinistra. In Italia ormai la politica è questo a parte gente forse come i 5 stelle, per quanto mi riguarda tornerò a sedermi all'Acquedotto anche per vedere nuovamente il Borutta cari pezzi di merda ma saprò come levarvi il pane di bocca al prossimo giro e se possibile con tanata gente che la pensa come me



Re: «No soldi, no Torres». Serie C a rischio (Voto: 1)
di giuseppe il Giovedì, 25 giugno @ 10:14:56 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
L'ennesima conferma che alla classe dirigente della Torres non gliene frega un cazzo. La domanda è: ma ai sassaresi della Torres gliene frega qualcosa?



Re: «No soldi, no Torres». Serie C a rischio (Voto: 1)
di salpi65 il Giovedì, 25 giugno @ 10:48:51 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Siamo alle solite..altro che qualcosa si muove.. e' impensabile che non ti diano i soldi già stanziati. Così si scoraggia chiunque e capisco benissimo se il Presidente non iscrivesse la squadra.



Re: «No soldi, no Torres». Serie C a rischio (Voto: 1)
di LeConce il Giovedì, 25 giugno @ 20:05:13 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Io non voglio difendere nessuno e ancor meno i politici, ma per quel che so il co-marketing non può esistere, nel senso che c'è una legge che vieta la pubblicità, cioè comune, regione, etc. non possono pagare per una pubblicità. Forse Capitani doveva spingere per avere la famosa fetta nella cifra appena stanziata per lo sport. Questo è l'unico modo per poter aver contributi dal settore pubblico (Istituzioni).






Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.57 Secondi