Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 73
Iscritti: 0
Totale: 73
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 «Credo nei miracoli, salverò la Torres»

Rassegna stampa

«Difficile, ma non impossibile». Parola di Pedro Pablo Pasculli, l'allenatore argentino chiamato a compiere un miracolo sportivo: salvare la Torres da una retrocessione che sembra segnata. Pasculli, da calciatore già protagonista nella serie A italiana con la maglia del Lecce, e campione del mondo nel 1986 con l'Argentina di Maradona, è stato presentato ieri dai dirigenti rossoblù Vittorio Tossi e Antonio Carboni.



Una chiacchierata a tutto campo utile per capire quale potrà essere il ruolo del nuovo tecnico in questa impresa di straordinaria difficoltà. «Si, mi rendo conto - ha detto l’argentino - di avere di fronte un compito improbo. Però nulla è impossibile, soprattutto nel calcio. La Torres sarà pure ultima ma la classifica della serie D è corta, ci sono due o tre squadre in grande difficoltà e credo che vincendo due o tre partite ci si può rimettere subito in gioco. Questa è una squadra che ha bisogno di fiducia e quindi dovrà essere soprattutto motivata». «Ora sono qui - dice ancora Pasculli - per trasmettere la mia esperienza a questi ragazzi. Li dovrò conoscere bene». Che Torres sarà quella di Pasculli? «Non sono un sergente di ferro - spiega -, ma chiedo il massimo rispetto da parte di tutti e nel gruppo. Credo che il dialogo sia utile per ottenere i migliori risultati. Il modulo che preferisco? Dipende dai giocatori e io devo ancora conoscere i miei. Diciamo che per me la stagione comincerà solo martedì, allora avrò le idee più chiare». «Spero che il mio arrivo - prosegue il neo mister della Torres - dia una scossa positiva alla squadra. Per noi comincia un altro campionato. Ci aspettano quindici partite e due soste. Dobbiamo essere tutti convinti di potercela fare e remare dalla stessa parte. So anche che potremo contare sull'aiuto importante dei tifosi, ci daranno una mano importante. Per me è un’ esperienza affascinante - confessa - e sono entusiasta di poterla vivere in questa città e alla guida di questa squadra che merita di non essere in questa situazione. Ho visto qualche partita della Torres e analizzato i risultati. A parte quelle gare che si sono concluse con una imbarcata, la squadra ha sempre tenuto testa alle avversarie. Voglio partire dal convincimento che possiamo crescere e fare bene. Già da San Teodoro mi aspetto cose interessanti, poi cominceremo a dare un senso al nuovo corso». Un nuovo corso che dovrà portare molte novità nella "rosa". «Vedremo - dice Pasculli -, parlerò con la società e valuteremo insieme. Una priorità sarà un attaccante perchè nel calcio se non segni diventa dura. Ma vedremo anche gli altri reparti e valuteremo se sarà anche il caso di sfoltire il gruppo». C'è il tempo per svelare qualche segreto di Pablo Pasculli. «In panchina - confessa - non sono uno tranquillo. Mi agito molto e mi faccio sentire. D'altra parte ho avuto come allenatore Carletto Mazzone e questo spiega molto, anche se cerco sempre di controllarmi. Ho giocato con Maradona e credo sia il massimo per un calciatore, era un grande che decideva le partite da solo. Poi, a Lecce ho visto crescere il giovane Antonio Conte e ho capito subito che sarebbe diventato un grande tecnico. Era un vero leader». E per concludere Pedro Pablo Pasculli fa professione di ottimismo. «Credo che l'impresa salvezza sia possibile e farò di tutto per centrare questo obiettivo. Quando abbiamo vinto il Mondiale con l'Argentina non eravamo favoriti, nessuno credeva nell'impresa. Io di fronte alle sfide difficili mi esalto e cerco di trasmettere questa positività agli altri».

Il tecnico argentino già al lavoro avrà l’ultima parola sugli acquisti
Ieri pomeriggio il nuovo allenatore della Torres Pedro Pablo Pasculli ha diretto per la prima volta la squadra in allenamento. Il nuovo mister, succeduto a Giuseppe Misiti che continuerà a collaborare con la società come tecnico della squadra Juniores, ha visto al lavoro per la prima volta il gruppo e ha seguito a bordo campo l'allenamento guidato dal preparatore atletico Alessandro Masotti. Domani, per la rifinitura in vista del match di domenica l'occasione per Pasculli per dare una prima impronta di gioco alla squadra. Ieri erano presenti tutti giocatori della rosa ad eccezione di Mattia Gueli che ha un problema a un ginocchio. Totalmente recuperati e quindi a disposizione invece Simone Solinas e Cristian Sias, quest'ultimo probabilmente già utilizzabile a San Teodoro dopo l'infortunio di Nuoro che gli ha fatto saltare la gara col Muravera. La formazione da schierare domani in Ogliastra sarà decisa solo oggi. Sembra certo il rientro di Bisogno e il debutto di Mannoni mentre scelte importanti dovranno essere fatte soprattutto per quanto riguarda i fuori quota. Intanto è stata cambiata la strategia sull'arrivo dei rinforzi. Vittorio Tossi ha confermato che l'interesse per i quattro giocatori i cui nomi e ruoli sono stati anticipati a inizio della settimana resta alto. Si tratta di un attaccante, due difensori e un centrocampista, tutti provenienti da società di Lega Pro e il cui tesseramento è legato alla possibilità che gli stessi vengano svincolati. Tuttavia, con l'arrivo del nuovo allenatore si è ritenuto opportuno prendere qualche giorno di tempo prima di chiudere i contratti, per avere da Pasculli le indicazioni su quali reparti sarà necessario intervenire. E questo non potrà che accadere solo dopo che Pasculli avrà visionato la squadra a San Teodoro.

Daniele Doro - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.10 Secondi