Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 966

Online:
Visitatori: 63
Iscritti: 0
Totale: 63
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 Tortora non si arrende: «Torres credici»

Rassegna stampa

La Torres riprende oggi a lavorare dopo alcuni giorni di sosta per le festività natalizie. Non è un momento esaltante per la squadra rossoblù reduce dalla sconfitta di Monastir che ha di fatto ridimensionato, o quanto meno rallentato, la rincorsa in classifica.

Il percorso di Tore Pinna e compagni si sta dimostrando particolarmente tormentato, con troppi alti e bassi che incidono negativamente sul rendimento della squadra. Ma se è vero che l'alternanza dei risultati sta rendendo imprevedibile la stagione, è anche vero che la squadra anche, e soprattutto, nei momenti negativi ha saputo fornire buone prestazioni. Pino Tortora continua così a nutrire ottimismo per il futuro. «Sono d'accordo - dice - sul fatto che anche perdendo le nostre prestazioni sono state spesso più che buone. Questo significa che la squadra è viva e in grado di esprimere gioco contro tutti gli avversari. E' successo anche a Monastir dove non meritavamo certo di perdere».Ma perché questa squadra fa intravedere una potenzialità che poi non sempre riesce ad esprimere? «Credo che un fattore importante - spiega Pino Tortora -sia la grande pressione che si sentono addosso questi ragazzi. La Torres non è una squadra qualunque, la sua storia pesa e richiede un atteggiamento particolare da parte dei giocatori che indossano la maglia rossoblù. Probabilmente in questo senso manca la maturità e quando si va in campo a volte si sbagliano anche le cose più facili. Io sto lavorando per far crescere i ragazzi da questo punto di vista e spero in futuro di avere risposte positive».«Il campionato è ancora lungo - aggiunge mister Tortora - e abbiamo ancora la possibilità di riprendere la marcia verso la conquista dei playoff che ritengo siano alla nostra portata. Se resteremo sereni le nostre prestazioni saranno buone e gli obiettivi li potremo raggiungere. Io chiederò ai ragazzi di essere ottimisti e di scendere in campo sempre con la consapevolezza di poter fare bene e non temere nessuno».In vista della ripresa del campionato (domenica 7 gennaio, la Torres ospiterà il Ghilarza) la preparazione riprenderà questo pomeriggio dopo alcuni giorni di riposo per le festività natalizie. Sabato la squadra rossoblù parteciperà a un triangolare col Latte Dolce e l'Atletico Uri. Si tratta di una iniziativa a scopo benefico alla quale le tre società hanno aderito con entusiasmo. Pino Tortora per il match col Ghilarza spera di avere a disposizione tutti i componenti della rosa, compreso l'argentino Spinola che sta recuperando dall'infortunio. Per quanto riguarda l'assenza del centrale difensivo Merenda, che sarà squalificato dopo l'espulsione di sabato, a far copia con Minutolo sarà Chessa visto che Caterisano ha lasciato il gruppo ed è tornato a casa.
Triangolare al Vanni Sanna pro trapianti
Continuano gli impegni nel sociale della Torres. Questo sabato la squadra rossoblù parteciperà a un triangolare con il Latte Dolce e l'Atletico Uri. Si tratta di una iniziativa a scopo benefico alla quale le tre società hanno aderito con entusiasmo. Le partite si giocheranno al "Vanni Sanna" e l'ingresso sarà gratuito. Sarà però gradita un'offerta il cui ricavato andrà a sostenere l'opera dell'Associazioni Prometeo (Trapianti di organi) e dell'Associazione Per La Vita (Trapianti di fegato). Il triangolare sarà anche una buona occasione di verifica della condizione dei rossoblù e delle altre due squadre che hanno dato la loro adesione.Sempre in tema di impegno nel sociale la società sassarese ha sposato la campagna per il rilancio del centro storico e ha aperto un suo store da Pasquali, negozio storico di articoli sportivi in Largo Cavallotti. L'esercizio commerciale ha l'esclusiva della vendita del materiale firmato Torres: maglie, felpe, cappellini, sciarpe, gagliardetti, bandiere e kit gara. In occasione delle feste un gruppo di giocatori si è prestato ha mettere in piedi un set fotografico in tre botteghe storiche cittadine caratteristiche per gli ambienti originali. I giocatori hanno posato con la divisa da gara, realizzata quest'anno in stile vintage.Un modo per affiancare la tradizione della società sportiva, nata nel 1903 proprio tra i vicoli del centro storico, a quella dei commercianti della zona che hanno il coraggio di andare avanti nonostante la concorrenza dei centri commerciali e della grande distribuzione.

Daniele Doro - La Nuova Sardegna




 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by seftorres


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.10 Secondi