Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 80
Iscritti: 0
Totale: 80
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 In Romangia c'è profumo di playoff

Rassegna stampa

Ancora una settimana di passione per i tifosi rossoblù. Domenica la Torres si gioca mezza stagione in un "derby" sul campo del Sorso che ha un sapore del tutto speciale. I rossoblù non possono permettersi distrazioni ma dovranno fare i conti con una squadra in salute che ha lo stesso obiettivo dei ragazzi di Pino Tortora: conquistare un posto nei playoff di Eccellenza.



Alla "Piramide" ci sarà il pubblico delle grandi occasioni (a Sorso, da ormai troppi anni, c'è fame di calcio) e ci saranno tanti ex - in entrambe le squadre - che avranno un motivo in più per fare bene. I tre punti servono come il pane e servono soprattutto alla Torres che dopo un avvio di campionato stentato e tanti in cambi in corsa sembra aver ritrovato il passo giusto per risalire la china e provare a salvare la stagione. Ci riuscirà? La vittoria contro lo Stintino di domenica è una bella iniezione di fiducia ma adesso l'asticella si alza. Il Sorso di Pierluigi Scotto non farà sconti ed è giusto che sia così. L'allenatore romangino ha qualche problema di formazione per infortuni e squalifiche però ha dalla sua un entusiasmo che può fare la differenza. Sarà così? Vedremo. Domenica pomeriggio (fischio d'inizio alle 15) vincerà il migliore ma vincerà, soprattutto, lo spettacolo.

Qui Sorso
Quale migliore occasione per proclamare il "derby" Sorso- Torres giornata biancoceleste? Le due squadre stanno bene e hanno tanti motivi per voler fare bella figura. I padroni di casa sono avanti in classifica ma Tore Pinna e compagni sembrano aver ritrovato il passo giusto. Lo testimonia il successo contro l'ex capolista Stintino.La squadra di Scotto, di rimando, è rientrata da Guspini con una vittoria convincente nonostante le condizioni precarie di diversi titolari e qualche squalifica. Un fattivo contributo è arrivato da Paolo Scano, provveniente dal Budoni e per giunta fuori quota (1998). A due giorni dall'incontro della Piramide la situazione è persino peggiorata ed il mister dovrà ricorrere nuovamente all'aiuto dei giovani che ovviamente scalpitano per entrare in campo. Starà sicuramente fuori Cocco mentre Mirko Delrio e Ruggiu sono sotto l' attenzione dei medici per problemi muscolari. Pier Luigi Scotto non si perde d'animo: «E' vero, abbiamo grossi problemi in un momento molto delicato della stagione. Vedremo di trovare le opportune soluzioni. Ce la giocheremo con la grinta di sempre e con la coscienza a posto. In settimana abbiamo lavorato moltissimo e non vediamo l'ora che arrivi domenica. Con ogni probabiltà andrà in campo una formazione diversa dal solito, ma comunque valida. Vedremo».Per non incorrere in distrazioni, ma anche per rispettare il "top secret" e la concentrazione tutti gli atleti disponibili hanno lavorato a porte chiuse. E, anche per la partitella non c'erano sguardi indiscreti. Il pronostico? In questa stagione biancocelesti e rossoblu sono in perfetta parità: un pareggio e una vittoria per ciascuno tenendo in considerazione le gare di coppa Italia. E' chiaro che il risultato è aperto e non bisogna dimenticare il fattore campo anche se da Sassari si attende l'arrivo in massa di tifosi torresini. Ovviamente, come ai bei tempi, la Romangia darà il massiccio contributo e la tifoseria romangina, rappresentata in particolar modo dai "Nuovi Lions", non rinuncerà a farsi sentire, sportivamente parlando. Insomma si attende un pomeriggio ricco di sorprese e di ottimo calcio. Chi ha già vinto, considerando le attese, è il cassiere del Sorso.

Qui Sassari
La parola prudenza è bandita dal vocabolario rossoblù. Domenica Pino Tortora e i suoi ragazzi dovranno giocare alla Piramide di Sorso, in un ambiente caricatissimo, contro una squadra tecnicamente valida e molto motivata. In altri tempi si sarebbe potuto pensare a una gara di contenimento ma questa volta non sarà così. Non può essere così. Ai rossoblù servono i tre punti e la squadra farà di tutto per prenderseli. Il mister ha messo sotto pressione i suoi ragazzi per tutta la settimana e il direttore generale non si nasconde dietro giri di parole. «Ebbene sì - conferma Gianfranco Satta -. Domenica andremo a Sorso per vincere. Sappiamo che non sarà facile ma non abbiamo alternative. Se vogliamo raggiungere i playoff dobbiamo recuperare punti alle squadre che ci precedono in classifice e dobbiamo fare nostri gli scontri diretti». Domenica sarà battaglia ma Satta è ottimista. «La vittoria contro lo Stintino - altra squadra di alta classifica - ci ha dato morale. I ragazzi adesso sanno di poter battere chiunque e sanno che di avere un'arma in più: il cuore. Aver vinto giocando per un'ora con un uomo in meno è un segnale importante. E arrivo a dire che può essere la svolta della stagione». Il dg scommette sui tre punti anche se Tortora ha qualche problema di formazione. Non ci sarà Mannoni, fermato dal giudice sportivo, e al suo posto dovrebbe giocare Francesco Bianco. L'utilizzo di un fuoriquota a centrocampo permetterà all'allenatore rossoblù di schierare un attacco più pesante con Sarritzu e Spinola sulle corsie e Chelo prima punta. Il giovane centravanti sassarese sarà uno degli ex in campo avendo cominciato la stagione proprio con la maglia del Sorso. «Non entro nel merito della formazione - spiega Satta - perchè è giusto lasciare all'allenatore la responsabilità delle scelte, però sono certo che la Torres scenderà in campo per vincere e sono convinto che abbia le qualità per riuscirsi. La squadra è costruita bene e la società sta facendo di tutto per ritornare al più presto in categorie più consone al nostro blasone». Questo significa che il mercato non è chiuso? Sul punto Satta è più prudente. «Ci stiamo guardando intorno perchè non vogliamo fare passi avventati. Se ci fosse la possibilità di portare a Sassari una punta di peso potremo anche decidere di fare l'ennesimo sforzo. Ma ci devono essere le condizioni». La prima, forse la più importante, è che la Torres vinca domenica a Sorso e dia concretezza alle speranze dei playoff.

Germano Nurchis e Antonio Ledà - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.08 Secondi