Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 966

Online:
Visitatori: 54
Iscritti: 1
Totale: 55

Online ora:
01: gurgugnao
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 Eurogol di Spinola, festa Torres a Sorso

Rassegna stampa

Un eurogol di Lionel Spinola ha regalato tre punti alla Torres nel momento più difficile della stagione. L'attaccante argentino ha deciso il "derby" col Sorso con una conclusione splendida che non ha lasciato scampo a Davide Cherchi. Un colpo di biliardo difficile da vedere nel torneo di Eccellenza che potrebbe segnare la svolta del campionato rossoblù.



La vittoria rilancia la squadra sassarese in piena corsa playoff e dà morale ad un gruppo di ragazzi che sta, piano piano, prendendo coscienza di poter puntare in alto. La promozione diretta sembra irraggiungile (il Castiadas ha troppi punti di vantaggio) ma perchè non crederci?La gara di ieri non è stata bellissima ma ha confermato da un lato il gran carattere di Pinna e compagni e dall'altro il momento di difficoltà del Sorso. Pierluigi Scotto ha dovuto fare a meno di quattro o cinque titolari (Mirko Delrio, Ruggiu, Cocco, Caddeo e Pes) e le assenze si sono fatte sentire. Il mister del biancelesti non ha rinunciato al 4-3-3 abituale schierando il nuovo acquisto Golia a sinistra nel tridente di attacco con Falchi e Pulina. Tortora ha risposto con una modulo ancora più spregiudicato e, per certi versi, inatteso. Al posto di Mannoni, squalificato, ha schierato Sarritzu (ormai buono per tutti i ruoli) con Chelo al centro dell'attacco e Spinola e Diouf sulle corsie. Un 4-3-3 che si è più volte trasformato in 4-2-4, con i due mediani - Sandro Scioni e Carlo Piga - chiamati a fare gli straordinari.Al via il Sorso ha dato l'impressione di poter prendere il mano le redigi del gioco, ma le prime occasione da gol portano la firma ospite: al 10' Piga ha lasciato partire una fucilata dal limite dell'area fermata in due tempi da Cherchi, e 14' Scioni ha a concluso un'azione insistita di Chelo mandando la palla sul fondo. La risposta dei padroni di casa si è esaurita in un tiro di Falchi rimpallato da Minutolo e in una bella conclusione del centravanti, servito da Golia, terminata appena a lato della porta difesa da Tore Pinna. Il tempo si è concluso con una girata di Chelo che ha esaltato i riflessi di Cherchi. Nella ripresa la Torres è cresciuta e dopo un'altra conclusione di Chelo parata dal numero uno di casa è arrivata la perla di Spinola. L'attaccante argentino è scattato su un lancio in profondità di Merenda, ha lasciato rimbalzare il pallone e l'ha colpito di controbalzo spedendolo nel "sette" alla sinistra di Cherchi. Il gol ha toccato nell'orgoglio i giocatori biancocelesti che hanno tentato una reazione (molto timida per la verità) senza mai dare l'impressione di crederci veramente. Scotto ha tentato di pescare energie fresche dalla panchina ma la squadra ha continuato a giocare con lanci lunghi alla ricerca di Falchi e Pulina. La Torres ha alzato una diga, con Minutolo e Merenda in giornata di grazia, ed è andata vicina al raddoppio in un paio di occasioni. Al 61' una doppia conclusione di Sarritzo e Chelo non è stata fortunata e al 78' Spinola ha tirato fuori dal cilindro un'altra perla liberandosi in piena area di rigore e rimettendo al centro un pallone che nè Chelo nè Diouf solo stati in grado di spingere in rete. Alla fine festa grande per i giocatori rossoblù, applauditi sotto la fetta di gradinata occupata dai tifosi sassaresi, ma festa anche per i supporter della squadra della casa e, soprattutto per il cassiere biancoceste. Un pubblico come quello di ieri (tremila persone, forse appena meno) non si vedeva alla "Piramide" dai tempi della serie C.

L'umiltà di Lionel: «Fare gol è un mio dovere»
Lionel Spinola è il festeggiato numero uno. Lui, appare un ragazzino molto semplice e, almeno per questa sera, felice. Argentino di nascita, oltre un metro e novanta di altezza, si spiega abbastanza chiaramente in italiano condendolo ogni tanto con un po'di spagnolo. Ai complimenti per l'eurogol si schernisce: «Io sono un attaccante e il mio compito è quello di fare i gol. Devo aiutare la mia squadra a vincere. E' un dovere. Oggi è andata bene ma non abbiamo ancora finito. Il torneo è lungo e il nostro obiettivo è quello di centrare i playoff.In sala stampa arriva anche Edoardo Casu: «Non abbiamo sofferto molto in difesa. Fin dall'inizio abbiamo preso consapevolezza di potercela fare e e abbiamo allungato la speranza di continuare sulla linea della scorsa domenica (2-0 allo Stintino). Viviamo alla giornata, partita dopo partita e la classifica ci sta dando ragione». Arriva anche Tore Pinna. Sorsense puro sangue, capitano e bandiera della Torres: «Non è semplice parlare del Sorso dalla mia posizione. Voglio fare subito un applauso al Sorso e al suo pubblico. Oggi alla Piramide c'erano due squadre ben preparate che meriterebbero campionati superiori. La partita è stata giocata su un terreno un po' allentato e forse non è stata bellissima anche per questo. Sono soddisfatto per quanto stiamo facendo. Ci alleniamo cinque volte alla settimana e seguiremo questo ritmo». Torneresti a Sorso? «Deciderà la mia società».Per i biancocelesti parla i Marco Cacace. Te l'aspettavi? «Una partita equilibarat. Forse era più giusto il pareggio. Abbiamo incassato una rete terribile. Ci riprenderemo a cominciare da domenica prossima. Piuttosto ho sentito che c'era un possibile fuorigioco di Spinola nel gol che nessuno ha visto. Sono curioso di rivedere le immagini anche se a me è sembrato tutto regolare». Parla anche Michele Pulina: «Abbiamo avuto poche occasioni. Ma siamo contenti lo stesso perchè abbiamo perso contro una squadra in crescita e al completo. Abbiamo risposto con onore». Infine c'è la novità della giornata, Simone Golia: «Mi sembra di essere già in una bella famiglia. Non ho avuto nessuna difficoltà ad inserirmi. Il calcio calabrese non si discosta per niente dal sardo. Dobbiamo reagire subito e con il rientro degli altri compagni saremo più forti».

Tortora: «Una vittoria fondamentale». Scotto: «Momeno no»
Bisogna attendere alcuni minuti che si calmi la giustificata baraonda nello spogliatoio degli ospiti che festeggiano la vittoria contro il Sorso. Poi ecco Pino Tortora. Una bella vittoria. Quanto ci avete creduto?«Si è vero - risponde l'allenatore della Torres - però più che bella la definerei importante per il significato che avrà in futuro. Considerando che si trattava di uno scontro diretto questi punti ci consentono di entrare nel gruppo dei playoff, dove contiamo di rimanerci. Abbiamo preparato la gara benissimo, come si conviene per uno scontro diretto. E il gol è stato bellissimo. Abbiamo anche avuto altre occasioni, ma va benissimo così».La squadra sembra avviata ad un recupero definitivo. «La strada è ancora lunga e colma di pericoli, dobbiamo stare molto attenti perchè già domencia ci sarà il Muravera e non sarà facile. I ragazzi sono stati eccezionali, hanno dato il massimo soprattuto nella prima mezzora. Siamo ottimisti perchè ci sono in ballo ancora 30 punti. Non ci illudiamo, dobbiamo ripetterci ancora con la stessa volontà di oggi perchè le partite sono tutte difficili e i nostri obiettivi non cambiano».L'umore di Pier Luigi Scotto non è dei migliori, ma il mister riesce a dissumulare bene lo stato d'animo: «E' inutile nasconderlo, siamo in un momento delicato, però sono contento dei ragazzi. Senza i pilastri della squadra, Ruggiu, Caddeo e gli altri abbiamo comunque fatto il nostro dovere. Poi è arrivato quel gol eccezionale che ci ha condannato. Sapevamo che sarebbe stato difficile e al di là delle assenze non è mancato niente: siamo usciti a testa alta da un confronti un avversario che si è migliorato molto».Cosa pensa del nuvo acquisto Simone Golia?«Sapevo che non aveva nelle gambe i 90 minuti, si è comunque impegnato dimostrando buona volontà e partecipazione. Migliorerà e sarà molto utile».

Il tabellino:
SORSO: Cherchi, Delrio (87' Recino), Cacace, Gutierrez, Golia (74' Ruggiu), Derudas, Falchi, Delogu, Scano (86' Pilo), Pulina, Altea. Allenatore Pierluigi Scotto.
TORRES: Pinna, Casu, Spanu, Scioni, Minutolo, Merenda, Sarritzu (84' Chessa), Piga, Chelo, Spinola (91' Depalmas), Diouf. Allenatore Pino Tortora.
ARBITRO: Andrea Pani di Sassari.RETI: 11' st. Spinola.
NOTE: ammoniti Delrio e Gutierrez del Sorso, Merenda della Torres. Angoli 4-0 per la Torres, recupero 0' e 3'. Spettatori 3000 circa, almeno la metà arrivati da Sassari. Terreno in discrete condizioni, giornata calda e serena.

Antonio Ledà e Germano Nurchis - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Eurogol di Spinola, festa Torres a Sorso (Voto: 1)
di pattadese il Lunedì, 29 gennaio @ 16:11:08 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
bel regalo di compleanno mi ha fatto la Torres!






Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.14 Secondi