Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 966

Online:
Visitatori: 79
Iscritti: 0
Totale: 79
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 La Torres è carica ma il Cannara non va sottovalutato

Rassegna stampa

Con la rifinitura di questa mattina, la Torres conclude la preparazione e sarà pronta ad affrontare domani alle 16,30 al "Vanni Sanna" gli umbri del Cannara nell'andata della finalissima dei playoff promozione del campionato di Eccellenza.



Sarà una Torres carica e consapevole della propria forza, una squadra che è arrivata alla fine di una stagione molto faticosa con una forma fisica ottimale (grande è stato il lavoro del preparatore atletico Salvatore Melfi) e adesso affronta l'ultimo miglio con grande fiducia. Domani si gioca il primo tempo di una partita che dura 180' e la Torres cercherà di capitalizzare un risultato importante che consenta di andare in Umbria con la tranquillità necessaria per ripetere magari la strepitosa partita di Santa Croce Valdarno. Pino Tortora è consapevole del momento e ha il polso della situazione. Non sarà una partita facile perché una finale non è mai facile. Con quale undici iniziale scenderanno in campo i rossoblù? Tortora ha spesso sorpreso con decisioni inattese ma spesso vincenti. È probabile che la Torres parta con la formazione che ha strapazzato il Cuoiopelli, confermando i due fuoriquota (un 98 Casu esterno basso a destra e un 99 Diouf in attacco) e rincorrendo ancora all'impiego di Chessa, un jolly difensivo di grande utilità e affidabilità. Poi saranno le certezze di questa squadra a fare la differenza. Tore Pinna sempre più decisivo e trascinatore, i due centrali Merenda e Minutolo, il blocco solidissimo del centrocampo con Piga, Scioni e Mannoni e i due fuoriclasse per la categoria Sarritzu e Spinola. Del Cannara si sa abbastanza poco. Si tratta di una squadra giovane, media età 23,6 anni, è arrivata alla finalissima battendo due volte gli emiliani del Rosselli Mutina, il suo bomber non segna tantissimo, soltanto 12 gol. Sicuramente domani gli ospiti cercheranno di limitare i danni con una attenta prestazione difensiva e, se ne avrà l'occasione, proveranno a sfruttare le eventuali ripartenze. Domani pomeriggio all'Acquedotto potrebbe però essere proprio il fattore ambientale a giocare una parte importante se non decisiva. Sicuramente la squadra umbra non è abituata alla pressione che può derivare dal giocare in uno stadio vero, davanti a un pubblico caldissimo e un tifo straordinario.

Daniele Doro - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.08 Secondi