Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 67
Iscritti: 0
Totale: 67
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 «La Torres deve fare reset e ripartire»

Rassegna stampa

Nuovo anno e nuovi propositi per la Torres, che si affida a un nuovo allenatore per realizzarli. Ad Archimede Graziani, che prima di Natale ha rilevato sulla panchina rossoblù Aldo Gardini, il compito di traghettare una squadra capace di raggranellare appena due punti in 8 partite verso un porto sicuro, al riparo da ogni minaccia di retrocessione. «Stiamo lavorando per normalizzare una situazione delicata. I ragazzi - dice il mister torresino - stanno rispondendo be



ne e hanno ritrovato un po' d'entusiasmo, come succede quando si cambia guida. Bisogna azzerare tutto e ripartire, la cura per guarire sarà lunga. Ma sia chiaro: da qui a giugno non voglio sentire parole negative, come paura o demoralizzazione. Vietato fare drammi». La attende un compito tosto: risollevare una squadra incapace di vincere e ultima in classifica. Come si sente nei panni di chi è stato chiamato a "salvare la patria"? «Rifiuto l'etichetta, sono solo un tecnico scelto da una società importante per fare il suo lavoro. Ma per riportare la Torres dove le compete per storia e tradizione occorre la collaborazione di tutti. Posso però dire che ho trovato persone motivate e di grande disponibilità. Il compito è impegnativo ma anche stimolante, perché sono arrivato in una città calcisticamente importante e con una grande tifoseria. Ho l'esperienza necessaria per affrontare situazioni d'emergenza, quando c'è da fare io sto bene. Intanto trascorro queste giornate tra campo e albergo, dove mi ritrovo davanti al pc a studiare soluzioni». Con l'arrivo di Frasca tra i pali si è colmato un importante vuoto di esperienza in un ruolo così delicato e decisivo. Sarà uno dei punti fermi della squadra? «Lo abbiamo individuato per rimediare a una delle pecche più evidenti. I giovani Carta e Drago sono portieri interessanti ma si sono trovati esposti a situazioni non facili da gestire alla loro età. Quando saremo fuori dalla burrasca torneranno protagonisti e Frasca farà da chioccia. Altro punto fermo sarà Pietro Ladu, speriamo che recuperi presto dall'infortunio perché la sua presenza in mezzo al campo è vitale per la squadra». Il suo debutto in rossoblù sarà tra due giorni sul campo della Nuova Florida, promette i primi 3 punti della stagione? «Non sono un mago e non so come andrà, è certo che ci stiamo impegnando per disputare una gara dignitosa. La vittoria non guarisce ma è uno uno step importante per riprendere il cammino e necessario per ridare tranquillità all'ambiente. Riusciremo a trovare un passo regolare se andremo tutti nella stessa direzione». L'obiettivo di mister Graziani è.... «Intanto essere apprezzato come persona, rispetto ed educazione sono parole fondamentali nel mio vocabolario. Come allenatore cercherò di dare alla Torres ciò che merita, attraverso il lavoro. Ricordando però che siamo tutti indispensabili per la riuscita del progetto, il tecnico da solo non può fare miracoli».

Sandra Usai - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.06 Secondi