Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 66
Iscritti: 0
Totale: 66
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 La Torres beffata all'ultimo minuto

Rassegna stampa

S'interrompe al "De Cristofaro" la serie positiva della Torres che durava da tre turni. Rossoblù beffati al fotofinish da una punizione del trequartista di casa Orefice, autore di una doppietta, battuta al limite dell'area. In Campania gli uomini di Graziani incappano nella quarta sconfitta esterna stagionale, l'ultimo ko lontano dai propri tifosi risaliva al 25 ottobre nel 3-0 subito in casa del Latina.



Primi minuti di gioco al piccolo trotto con la Torres che cerca di prendere le misure alla formazione gialloblù. Ci prova Messina al 7' con un tiro dal limite che si spegne sul fondo. I rossoblù sembrano decisi a mettere in discesa il match in loro favore così al 16' usufruiscono di una punizione dalla distanza, il tiro di La Vigna però è troppo. Proprio nel momento migliore della Torres il Giugliano passa in vantaggio al 23'. Azione sulla sinistra con De Siena che lancia Fernandez, il quale stoppa e mette la sfera al centro con la difesa ospite che non riesce a liberare e con la palla che giunge sui piedi di Orefice che in diagonale mette alle spalle di Frasca. La squadra di Graziani però non ne fa una piega e al 31' ha la possibilità di pareggiare. Errore del portiere Mola che scivola regalando la sfera a Mascia. Ma il giovane attaccante non ne approfitta, infatti, il suo tiro a botta sicura non trova lo specchio della porta. Due minuti dopo i sardi usufruiscono di un'altra punizione da buona distanza, ma il tiro di Rutiens si stampa sulla barriera. Al 34' il trainer rossoblù è costretto ad operare un cambio forzato con l'ingresso di Bianco al posto di Origlio. Nel finale di tempo Mascia ha ancora un'altra ghiotta occasione. Percussione del piccolo bomber che apre la difesa di casa come un coltello rovente il burro, poi, il suo tiro a giro viene deviato dal portiere Mola sulla traversa.Nella ripresa la Torres spinge sull'acceleratore e così al 59' pareggia. E' Mascia, ancora lui, che riceve la palla al limite e salta tre avversari come birilli e con un destro a giro batte Mola. Il gol dà coraggio ai rossoblù che due minuti dopo si rendono ancora pericolosi con Bianco che si spinge in area e chiama Mola agli straordinari che si salva in angolo. I padroni di casa cercano di alleggerire la manovra con una conclusione di testa di Russo che termina a lato. Graziani a questo punto da fiato a Mascia inserendo Samuele Pinna e il neo entrato subito si fa notare con un cross che serve Rutjens con il terzino che prova a infilare il portiere campano ma la palla sibila il palo. Quando la gara sembrava potesse terminare in parità arriva la rete del Giugliano. E' il 90' quando Orefice batte una punizione dal limite molto potente sotto la traversa e batte Frasca. Subita la rete la Torres prova il tutto per tutto nel recupero con i campani che gestiscono tutti a difesa della propria porta.

Il tecnico Graziani «Non è sfortuna, ma distrazione»
C'è grande amarezza nel dopo partita in casa Torres per il ko subito nello scontro diretto per la salvezza contro il Giugliano.«La sfortuna nel calcio c'entra ben poco - spiega il tecnico rossoblù Archimede Graziani -. Abbiamo commesso un'ingenuità al novantesimo che alla fine ci ha fatto ritornare a casa con un pugno di mosche tra le mani. Non possiamo permetterci certe disattenzioni, avevamo la palla in avanti e dovevamo tenerla lì. Invece, l'abbiamo persa consentendo una ripartenza del Giugliano che ha trovato, poi, su punizione la rete della vittoria. Questa era una partita che sarebbe finita 1-1 a vita per come l'abbiamo giocata sia noi che loro. Dobbiamo capire ed entrare nella mentalità che nella situazione di classifica in cui ci troviamo anche un punto è importante. C'è bisogno di maggiore attenzione e concentrazione. Mi aspettavo questo genere d'incontro ieri a Giugliano, ci siamo trovati di fronte una formazione desiderosa di fare risultato. L'abbiamo giocata bene in larga parte, il rammarico maggiore è solo quello di aver commesso quell'errore nel finale che ci è costato la gara. Sono qui da poco più di dieci giorni e con me va in campo sempre chi merita. Mascia è uno di questi e sta dimostrando di avere numeri importanti per noi, ieri è stato bravonel gol del momentaneo nostro pareggio».

La Vigna: peccato tornare a casa a mani vuote
Musi lunghi sulle facce dei giocatori della Torres che sfilano uno dietro l'altro dallo spogliatoio nel dopo partita in direzione del bus per il rientro in Sardegna. «Abbiamo disputato un ottimo secondo tempo- dice il mediano Nicolas La Vigna -. Abbiamo subito la loro rete alla fine della partita. Il calcio è fatto di episodi e può capitare ma avremmo dovuto essere più attenti in quella fase del gioco. Affrontavamo una diretta concorrente per la salvezza e ritornare alla fine a casa senza nulla in mano è un doppio rammarico. Ma la strada da seguire è, comunque, quella giusta, ci abbiamo messo tanto impegno nel corso dei novanta minuti, l'unica pecca ripeto è stata quella che dovevamo essere più concentrati fino al triplice fischio». Poi, il discorso si sposta su Mascia, il baby bomber che dopo aver segnato nel match precedente vittorioso contro il Gladiator si è ripetuto anche ieri. «Filippo ha dimostrato di essere un giocatore di grande talento - continua La Vigna -. I suoi gol per noi sono importanti per centrare quanto prima la salvezza. Vavassori? Si è allenato con noi da pochi giorni ma subito si è integrato nel gruppo e ha tenuto bene nella gara di ieri». Ora la testa è al match contro il Latte Dolce. «E' un derby - conclude il mediano rossoblù - ma noi dobbiamo prima di tutto puntare a sfruttare il fattore casalingo».

Il tabellino:
GIUGLIANO: Mola, Micillo, De Sena, Capone (15' st Cozzolino), Russo, Stendardo, Granato (15' st Porcaro), D'Angelo, Fernandez, Orefice A. (49' st Gaeta), Marotta (15' st Otranto).A disp.: Piazza, D'Ausilio, Aiello, Orefice C., Mennella. All. Imbimbo.
TORRES: Frasca, Rutjens, Ruiu (19' st Battista), La Vigna, Vavassori, Pinna R., Mascia (27' st Pinna S.), Fadda, Messina (39' st Ladu), Origlio (34' pt Bianco), Melli. A disp.: Carta, Bilea, Fois, Ponsat. All. Graziani.
ARBITRO: Franzò di Siracusa
RETI: 23'pt Orefice (G), 14'st Mascia (T), 45'st Orefice (G).
NOTE: Ammoniti: Micillo, Orefice (G), Pinna R., Rutjens, Vavassori (T). Recuperi: 1'pt - 6'st.

La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.13 Secondi