Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 151
Iscritti: 0
Totale: 151
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 La Torres spreca, il Carbonia ringrazia

Rassegna stampa

Chi ben comincia... non porta a casa i 3 punti e deve accontentarsi di un pareggio che sa di mezza sconfitta. Nel turno infrasettimanale della serie D la Torres parte bene, anzi benissimo, accumulando un doppio vantaggio dopo mezz'ora e ristabilendolo allo scadere del primo tempo dopo aver concesso un gol al Carbonia.



Poi torna in campo dimenticando la testa negli spogliatoi, graziando gli avversari più volte e incassando alla fine una parità che ha dell'incredibile. Onore al merito però dei minerari, che hanno sempre creduto nella rimonta mentre i sassaresi sono caduti nella trappola mentale di giudicare acquisito un risultato che si doveva invece difendere, se non blindare con altri gol.E insieme alla vittoria per i rossoblù sassaresi è sfumata anche l'occasione di riprendere il secondo posto, con la sconfitta del Nuova Florida a Monterotondo diventata indolore per i laziali grazie alla giornata di ordinaria follia dei rossoblù. Come previsto, avanti c'è la coppia Ruocco-Diakite e Gurini nel ruolo di laterale basso sinistro. La sorpresa è la presenza in mezzo al campo di Samuele Pinna, preferito a Kujabi, mentre Gigi Scotto brucia i tempi del recupero fisico e va in panchina. Il bomber entrerà in gioco a disastro compiuto, nel finale, senza riuscire a incidere. Al primo affondo c'è il primo corner e pure il gol del vantaggio. Al 2' Bianchi dalla bandierina invita il giovane Ruocco allo stacco vincente, è una Torres pimpante anche se un po' discontinua e al 22' rischia grosso sul tiro ravvicinato di Ganzerli, deviato di piede da Salvato. Al 31' matura il raddoppio, Lisai dopo uno scambio con Diakite s'invola verso Idrissi e lo supera con un tiro preciso, lasciando presagire una gara in discesa verso il successo. Non sarà così, per demeriti propri e per meriti di un Carbonia mai domo, che al 36' con Fabio Porru accorcia le distanze (palla sotto la traversa dal limite). Nel minuto di recupero la Torres cala il tris, il tiro teso di Lisai su calcio piazzato è l'assist perfetto per la testa di Diakite, che fa centro. Il riposo fa male ai sassaresi, che tornano in campo più "leggeri" e sprecano al 4' con Ruocco l'occasione del poker, che avrebbe (forse) chiuso il discorso. Non sbaglia invece al 9' Murgia, che riapre la storia del derby con un tiro all'incrocio, Salvato è battuto mentre sull'altro fronte Ruocco non sa sfruttare uno svarione difensivo dei biancoblù, calciando sul portiere, e Lisai al 23' regala solo l'illusione del gol. Al 30' ancora Lisai alla conclusione e Idrissi vola a mettere in angolo, quindi la beffa del 3-3 firmato da due passi dall'ex Gjuci. Il danno è fatto, il Carbonia esulta e i ragazzi di casa escono dal campo delusi, loro come i tifosi.

Greco è deluso: «Troppi regali». Suazo: che orgoglio
Inevitabile il mea culpa dell'allenatore torresino: «È un passo indietro, qualcosa a livello mentale non ha funzionato. In certe situazioni bisogna imparare a essere più determinati e determinanti, una squadra importante come la Torres non può fare così tanti regali». Alfonso Greco non si aspettava un così doloroso double-face dei suoi. «Nel primo tempo abbiamo meritato il vantaggio, poi il Carbonia ci ha creduto di più e nella ripresa non siamo riusciti a rimanere in partita.A fare la differenza è stato l'atteggiamento sbagliato del secondo tempo, che ci ha portato a commettere errori pagati a caro prezzo».Vola su ali più serene il pensiero di David Suazo, fiero dei suoi. «All'inizio avevamo un po' di soggezione di fronte a un'avversaria così grande, la Torres è stata il nostro esame di maturità e ce la siamo cavata. Dopo tante difficoltà stiamo finalmente iniziando a raccogliere». Quando tutto sembrava perduto.... "è il bello del calcio, è scattato l'orgoglio ed è arrivato un risultato importante, che ci regala morale pur sapendo che sarà ancora dura".

Il tabellino:
TORRES: Salvato, Mukaj, Gurini (13' st Mignogna), Antonelli, Dametto, Bianchi, Pinna S. (29' st Kujabi), Masala (38' st Scotto), Ruocco, Lisai (34' st Sabatini), Diakite. A disp. Garau, Ferrante, Rossi, Turchet, Demartis. All. Alfonso Greco.
CARBONIA: Idrissi, Adamo, Ganzerli, Serra, Sush, Carboni, Padurariu (35' pt Gjuici, 45' st Curreli), Murgia (33' st Porcheddu), Aloia, Isaia, Porru (29' st Mastino). A disp. Bigotti, Pitto, Bellu, Agostinelli, Russu. All. David Suazo.
ARBITRO: Fantozzi di Civitavecchia.
RETI: pt 2' Ruocco, 31' Lisai, 36' Porru, 46' Diakite, st 9' Murgia, 37' Gjuci.
NOTE: Spettatori 1600. Angoli: 8-0 per la Torres. Ammoniti: Idrissi, Mastino, Gurini. Rec. 1' pt, 5' st.

Sandra Usai - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati




Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.43 Secondi