Torres1903.com

  Menu
· Home
· Archivio notizie
· Articoli
· Campionato
· Forums
· Links
· Memorie rossoblù
· Meteore
· Profilo Utente
  Utenti online
Nickname
Password

Registrati

Iscrizione:
Ultimo: INDIANS1968
Nuovi oggi: 0
Nuovi ieri: 0
Complessivo: 964

Online:
Visitatori: 38
Iscritti: 0
Totale: 38
  Le prossime
Nessun calendario delle partite

Personalizza
 Daniele Piraino: «La Torres sono io»

Rassegna stampa

Primi passi ufficiali della nuova Torres. Ieri mattina Daniele Piraino, azionista di riferimento della società rossoblù è stato ricevuto dal sindaco a Palazzo Ducale. Si è trattato di una visita di cortesia che si è però trasformata nell’occasione per fare il punto su obiettivi e speranze del nuovo gruppo dirigente.



«E’ stato un incontro molto cordiale e, credo, proficuo – ha spiegato Piraino –. Abbiamo confermato al primo cittadino che il nostro è un progetto ad ampio respiro che punta a riportare la Torres in Lega pro nel giro di tre anni. Se ci riuscissimo prima tanto di guadagnato. Ma di certo il traguardo per il prossimo anno saranno come minimo i playoff». La nuova dirigenza rossoblù ha chiesto al sindaco di poter gestire i campi di Li Punti promettendo in campo la ristrutturazione degli spogliatoi e la realizzazione di due campi in erba sintetica. «Li Punti – ha precisato Piraino – diventerà la sede della scuola calcio e sarà un punto di riferimento importate per la Torres. Il sindaco ci è sembrato disponibile e ha confermato l’attenzione dell’amministrazione comunale per la prima squadra calcistica della città». Il nuovo patron rossoblù si è poi voluto togliere qualche sassolino dalla scarpa. «Ho letto sul vostro giornale e sui social che dietro l’operazione di passaggio delle quote ci sarebbe ancora l’ombra di Domenico Capitani. Smentisco nella maniera più categorica. La vecchia proprietà affiancherà la nuova in questi due mesi che mancano alla fine della stagione. Poi passerà definitivamente la mano. Capitani ha promesso che terrà fede agli impegni assunti con lo staff tecnico e con i giocatori ma da giugno no avrà più alcuno ruolo nella Torres». Piraino smentisce anche interessi suoi o dei nuovi soci nel business delle sale giochi. «Non abbiamo nessuna intenzione di aprire o gestire sale Bingo. E’ vero invece che la Crs, la società di cui io sono esclusivista per la Sardegna, ha anche dei punti di raccolta per il gioco on line. Ma non credo che questa sia una colpa». Il nuovo azionista di maggioranza della Torres si attribuice il merito di aver convinto Antonio Carboni, Massimo Adzovic ed Emilio Minunzio a sposare il progetto rossoblù e lancia un appello agli imprenditori sassaresi: «Mi auguro che, sgombrato il campo dalla vecchia società, ci siano persone disposte a darci una mano. L’invito e rivolto a chiunque creda che a Sassari si possa fare calcio di un certo livello ma ha una scadenza: a dicembre metteremo un punto. Noi siamo comunque in grado di andare avanti. Abbiamo un progetto triennale, abbiamo trovato un primo sponsor e stiamo trattando con uno sponsor tecnico importante». La chiusura è sulla gara di oggi. «Sono sicuro che vinceremo. Spero di vedere una bella partita».

Al Vanni Sanna arriva il Trastevere
Nel momento più delicato della stagione la Torres deve fare i conti con uno scossone societario che rischia di distrarre la squadra. La partita di questo pomeriggio (calcio d’inizio alle 15) con il Trastevere non è proibitiva ma va affrontata con umiltà e determinazione. Marco Sanna non ha problemi di organico con l’unica eccezione di Cossentino, fermato dal giudice scortivo. Il suo posto al centro della difesa sarà preso da Gagliardini. Per il resto formazione fatta con Fadda tra i pali, Raucci e Cafiero sulle corsie, Gagliardini e Biondi a difesa nell’area e il tanden Masala e Casini in mediana. In attacco giocheranno Musto come prima punta con Scotto, Demartis e Lisai alle spalle. Il morale della squadra è buono. I giocatori hanno ricevuto assicurazioni sul fatto che tutti gli impegni presi verranno mantenuti e sembrano deciso a giocarsi sino in fondo le loro chance playoff. Ieri la squadra ha ricevuto la visita di Giuseppe Pisano che ha annunciato le sue dimissioni dal ruolo di dirigente accompagnatore ma ha comunque voluto fare gli auguri ai giocatori e a Marco Sanna. «E’ stato un incontro breve e, per me, molto sentito - ha detto Pisano –. Ho salutato tutti e i ragazzi mi hanno riservato un applauso che vale più di ogni parola. Putroppo non c’erano le condizioni per andare avanti ma è stata comunque una bella esperienza. Sono orgoglioso per quello che abbiamo ottenuto e spero che la squadra centri i playoff».

Antonio Ledà - La Nuova Sardegna



 
  Links Correlati
· Inoltre Rassegna stampa
· News by canessa


Articolo più letto relativo a Rassegna stampa:
Sfida d'altri tempi

  Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

  Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Daniele Piraino: «La Torres sono io» (Voto: 1)
di serrot1903 il Domenica, 24 aprile @ 12:09:13 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Turraddu vi sei Piraino.La Lega Pro in tre anni è un insulto, continui a ripetere lo stesso ritornello che non piace a nessuno.Cambia disco, come esordio hai già toppato.



Re: Daniele Piraino: «La Torres sono io» (Voto: 1)
di pattadese il Domenica, 24 aprile @ 15:18:05 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
"...che punta a riportare la Torres in Lega pro nel giro di tre anni. Se ci riuscissimo prima tanto di guadagnato. Ma di certo il traguardo per il prossimo anno saranno come minimo i playoff" Ma maccu sese? comente si faghede a narrere cosas gaì?.. vicini ai playoff di quest'anno questo si mette a dire che il prossimo anno come minimo dobbiamo raggiungere i play off ...



Re: Daniele Piraino: «La Torres sono io» (Voto: 1)
di bobotti il Domenica, 24 aprile @ 15:22:19 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Piraino dixit: "La Torres sono io". E ga sei? Luigi XIV? "L'état, c'est moi!", ahahahaha






Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.10 Secondi