La Torres prova a uscire dal tunnel
Data: Domenica, 11 ottobre @ 09:48:59 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Non siamo al dramma ma poco ci manca. Torres-Tortolì (ore 16, stadio Vanni Sanna) ha tutti gli ingredienti per essere classificata come una partita da ultima spiaggia. Naturalmente per la Torres: la squadra rossoblù arriva alla sfida con la sorprendente capolista ogliastrina in condizioni psico-fisiche precarie, condizionata da una crisi di risultati e non solo.



Ma anche con la consapevolezza di non potersi permettere altri passi falsi dopo le ultime imbarazzanti esibizioni, seguite anche da tagli traumatici di giocatori, che hanno minato la fiducia e scosso l’ambiente rossoblù. Insomma, la situazione peggiore per affrontare un impegno così delicato. Con l’aggravante di dover anche fare i conti con una infermeria piuttosto affollata che condiziona pesantemente le scelte di Michele Tamponi in tema di formazione. Tanto che bisognerà attendere il riscaldamento per capire chi scenderà in campo contro il Tortolì. Di positivo c’è per ora la promessa della squadra di gettare il cuore oltre la siepe, affrontando Ferreli e compagni con la massima determinazione, con quella grinta e quell’impegno che uniti alla rabbia agonistica possono fare davvero la differenza. Il Tortolì va rispettato ma non temuto. La squadra allenata da Pino Murgia, rivelazione del campionato, per ora ha fatto molto bene e solo domenica scorsa, in casa, ha ceduto il primo punto al Taloro. Il suo effettivo valore è ancora da scoprire, il test di Sassari sarà molto indicativo. Avrà la forza la Torres per ridimensionare la capolista? Michele Tamponi ci spera e ci crede, soprattutto se sarà in grado di recuperare buona parte dei giocatori in sofferenza. Dunque, la formazione resta legata alla disponibilità soprattutto di Paolo Tribuna, Piero Spanu e Davide Soro. Con loro in campo dall’inizio la Torres dovrebbe giocare con Solimeno in porta, una linea difensiva composta da Luiu e Russo esterni, Pettinato e uno tra Maninchedda e Gianni Spanu centrali. A centrocampo dovrebbero agire Piero Spanu e Dore con Auzzas o Garrucciu e Soro esterni alti. Di punta Tribuna e Cherchi. Altrimenti, ferma restando la difesa, le alternative vedono in ballo a centrocampo Dore e Simone Mura, e una ipotesi di un attacco con Gronchi e Cherchi. Ma sono solo soluzioni probabili non certe. Michele Tamponi, senza le tante assenze certe (Soggia e Muzzoni) e probabili (Tribuna, Piero Spanu, Soro e Cabras) avrebbe potuto anche schierare una Torres con Tribuna e Gronchi prime punte supportati da Cherchi. Una Torres d’assalto, decisa a far male al Tortolì. Invece, tutto resta nel dubbio. Alle 16 sapremo quale schieramento avrà il compito, proprio nella sfida più difficile, di cercare una vittoria che manca dalla prima giornata. Un’ultima annotazione. Nei momenti difficili la Torres ha sempre avuto dalla sua il calore e l’incitamento dei suoi tifosi. Sarà così anche oggi?

Daniele Doro - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=3604