Riscatto della Torres, per l'Olbia primo ko
Data: Giovedì, 08 settembre @ 14:45:52 CEST
Argomento: Rassegna stampa


L'Olbia cerca di imporre lo 0-0, ma tenere a secco l'attacco più prolifico del campionato è come sperare che non piova a novembre. La Torres vince meritatamente per 2-0 il derby. Proprio come quattro anni fa. Allora era C2, adesso Eccellenza, ma serve a rilanciare le ambizioni sassaresi e frenare la capolista.

Il tema tattico è evidente: i rossoblù cercano sempre la profondità e la velocità, con tre giocatori che supportano da vicino l'attaccante Falchi, anche se a destra si sente l'assenza dello squalificato Pippia, capace di accelerazioni vorticose. I galluresi sono attentissimi sui raddoppi, specialmente sulle fasce, per togliere ai padroni di casa la principale opzione offensiva. E in attacco tocca a Siazzu tener palla quando riceve per far salire i compagni, con Mulas molto largo a sinistra. Prima offensiva per la Torres con lancio al 3' per Falchi che in area non riesce ad agganciare la palla leggermente lunga. I rossoblù protestano al 16' invocando il rigore: su punizione di Manzini c'è Falchi pronto a colpire di testa ma viene affossato da dietro. L'arbitro fa proseguire. Al 18' slalom di Bisogno, ma il suo cross viene svirgolato da Piras. Al 33' su percussione torresina Falchi colpisce col collo del piede e Manis evita la capitolazione con gran riflesso. In chiusura di tempo si inserisce Mulas in velocità e sta per entrare in area senza opposizione, ma da dietro viene atterrato da Spanu. L'arbitro tira fuori il giallo, mentre i sassaresi chiedono l'espulsione perché era comunque un fallo su un giocatore lanciato a rete, anche se non da ultimo uomo. Nella ripresa la Torres si allunga e l'Olbia abbandona la prudenza per cercare con maggiore convinzione le ripartenze. Ma l'unico tiro è un debole pallonetto di Budroni al 13'. Più pericolosa la squadra di casa un minuto dopo: punizione diretta di Manzini che Manis respinge coi pugni e in tuffo di testa Bisogno non riesce ad inquadrare la porta. Subito dopo Tedde a sinistra, cross lungo per Piras che incrocia bene e su deviazione di un difensore la palla si impenna e dà l'illusione del gol. Al 23' lancio lungo per il neoentrato Sanna che stoppa e si gira bene in area proteggendo la palla però colpisce sbilenco. Al 26' occasionissima per Sanna che triangola con Piras ma da pochi metri conclude sul portiere. Due minuti dopo Tedde fermato per un fuorigioco inesistente, uno dei tanti fischi sbagliati di una terna inadeguata. Al 34' azione gallurese con tiro di alleggerimento di Castricato. Al 35' capolavoro di Tedde: su lancio di Pazzola colpisce al volo scavalcando il portiere in uscita. La reazione olbiese è affidata a Siazzu che alla prima palla giocabile (41') si gira e tira rasoterra, ma Deliperi è ben piazzato. I galluresi finiscono in avanti , ma ormai non c'è più tempo e su contropiede Sanna raddoppia dopo essersi bevuto due difensori.

Giampiero Marras - Unione Sarda





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=4495