Stagione positiva per la Torres ma adesso serve un ultimo sforzo
Data: Lunedý, 16 maggio @ 08:32:39 CEST
Argomento: Rassegna stampa


I playoff allungano una stagione che per la Torres Ŕ stata particolarmente sofferta e incredibilmente tormentata da episodi che hanno interessato sia la societÓ che la squadra. La prima parte della stagione Ŕ stata fortemente condizionata dalle sentenze della giustizia sportiva che hanno avuto l'effetto di decretare una devastante retrocessione con conseguente fuga di tanti giocatori importanti.



Cosý, lo smantellamento della squadra ha imposto la creazione di un nuovo gruppo con tanti giovani e qualche giocatore di esperienza che ha sposdato la causa rossobl¨. Ma la prima parte della stagione con Pino Ferazzoli in panchina non Ŕ stata certo brillantissima e la proprietÓ a un certo punto ha deciso di cambiare affidando la panchina al sassarese Marco Sanna. Eĺ stata la svolta della stagione con il rilancio verso la parte alta della classifica grazie a prestazioni sempre pi¨ convincenti che hanno riavvicinato la squadra ai tifosi. La curva ha apprezzato la competitivitÓ di un gruppo che ha mostrato coesione, attaccamento alla maglia e una gran voglia di fare bene. Poi, i sogni sono stati ridimensionati da altre legnate della giustizia sportiva ma la Torres ha saputo prendersi la scena del campionato con una serie importante di risultati positivi. Alla fine, l'unico obiettivo possibile era quello dei playoff che Ŕ stato raggiunto con merito e ha premiato il coraggio di una squadra e di un gruppo che ha voluto fortissimamente questo risultato. Va sottolineata l'impresa della squadra rossobl¨ da quando Marco Sanna ne ha preso la guida tecnica. In numeri, in proposito, sono eloquenti. Con mister Sanna la Torres ha disputato 24 partite conquistando 16 vittorie, 5 pareggi e solo 3 sconfitte, con una striscia di dieci risultati utili consecutivi. Le tre sconfitte sono arrivate a Viterbo, e ci poteva stare, a San Cesareo e sul campo del Flaminia. La cavalcata della Torres nell'era Sanna Ŕ stata da applausi e in tre occasioni anche debordante con le goleade di Genzano (0 a 6 sul Cinthya), col Muravera (8 a 0) e con l'Albalonga (6 a 2). I rossobl¨ nel corso del campionato hanno vinto 19 volte, pareggiato 9 gare e perdute sei. La squadra non ha mai perso in casa e ha segnato 64 gol (secondo attacco del campionato, la Viterbese ne ha realizzati 67) e ne ha subiti 28 (seconda miglior difesa dietro la solita Viterbese che di gol ne ha incassati 24). Alla squadra sassarese sono stati assegnati cinque calci di rigore: due li ha messi a segno Musto e altrettanti Scotto che si Ŕ fatto parare il quinto a Castiadas. Nella classifica dei marcatori tre giocatori rossobl¨ sono andati in doppia cifra. Si tratta di Lorenzo Musto che ha realizzato 17 gol, Gigi Scotto con 13 e Giacomo Demartis 11 volte a segno. Hanno segnato anche Lisai (sei volte), Casini e Chelo (4), Cossentino (2) e una volta Biondi, Cafiero, Girardi, Masala, Gueli, Raucci, Solinas e Gueli. I rossobl¨ hanno rimediato anche nove espulsioni. Per quattro volte il rosso Ŕ toccato a Claudio Cafiero, due volte a Scotto. Hanno abbandonato il campo anzitempo anche Lisai, Chelo, Girardi, Rasak, Demartis, Cossentino e El Kamch. Infine le presenze. Cinque giocatori hanno totalizzato 29 presenze: Raucci, Demartis, Casini, Scotto e Lisai. Seguono con 28 gettoni il portiere Fadda, con 27 Cossentino, con 26 Cafiero, con 25 Masala e Musto. Biondi ha giocato 22 partite, 12 quelle disputate da Galiardini. E' partito nove volte titolare il polacco Rasak che per˛ a Natale se ne Ŕ ritornato in patria, otto volte Girardi e sette Chelo. Sei le presenze di Iali e Bottone (anche lui andato via a dicembre), tre volte in campo dal primo minuto anche Gueli, Della Guardia, Solinas e Damiano (altro giocatore andato via anzitempo). Infine due presenze per Bisogno e una per Accardo, Marcangeli, El Kamch e Negro. Il giocatore rossobl¨ che Ŕ subentrato pi¨ volte nel corso del campionato Ŕ Michele Chelo (18 volte). Seguono Girardi (nove), Gueli, Gagliardini e El Kamch (otto), Masala, Rasak, Solinas (sei), Marcangeli (cinque), Musto (quattro), Della Guardia (tre), Damiano, Bisogno, Accardo e Negro (due), Cafiero, Raucci, Santaniello e Delogu (una volta).

Milia responsabile della Scuola Calcio
Lavori in corso per la nuova dirigenza Torres. La societÓ ha annunciato, con un breve comunicato stampa, una novitÓ sul fronte del settore giovanile, con particolare riferimento alla Scuola calcio la cui intera responsabilitÓ Ŕ stata affidata, con effetto immediato, ad Antonello Milia. źNel confermare la ferma volontÓ che tutto il settore delle Scuola calcio faccia capo direttamente alla Sef Torres ľ si legge nella nota ľ il presidente Piraino, oltre al primissimo obiettivo di coordinare al meglio queste ultime settimane di attivitÓ, ha chiesto il massimo impegno per avviare nel migliore dei modi la prossima stagione sportiva, ad iniziare dalla promozione del campus estivo, in programma nella seconda quindicina di luglio. SarÓ il primo intervento formativo della nuova stagione per la formazione delle nuove squadre giovanili╗. Antonello Milia era giÓ coinvolto come dirigente nel settore giovanile della Torres.

Daniele Doro - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=6820