Torres, quale futuro? La partita è aperta il sindaco è l’arbitro
Data: Domenica, 19 giugno @ 10:33:54 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Ieri mattina il popolo rossoblù ha presentato al sindaco di Sassari Nicola Sanna numeri, firme, preoccupazioni in prospettiva futura e timori legati alla pregressa e attuale gestione della Torres. Il primo cittadino ha ascoltato, replicato e interagito con i rappresentanti di Fondazione Torres, associazione Memoria Storica Torresina e tifoseria, da curva e da tribuna.



Le cifre raccontano una storia che fa paura, il debito è pesante - oscilla fra i 700 mila e i 900 mila euro - e sembra allontanare il lieto finale. L’Amministrazione comunale ragiona sugli atti ed è disponibile a rapportarsi con le parti, chiaramente entro i vincoli d’azione consentiti all’Istituzione. L’appuntamento era fissato per le 10,30 di ieri, a palazzo Ducale. Prima dell’orario stabilito, nel piazzale antistante il municipio si raduna una piccola ma eterogenea rappresentanza di tifosi rossoblù, individuata fra i presenti all’incontro organizzato martedì scorso in in via Roma, incontro che ha generato proposte e iniziative successivamente attivate. Ce ne sono anche altri di tifosi, uno di loro ha 70 anni arrivato apposta in città da Sennori per dare sostegno alla causa. La Torres sta a cuore a tanti. L’incontro è a porte chiuse. Un faccia a faccia fermo ma civile durato circa un’ora. La vicenda è in palese evoluzione, ineluttabilmente collegata alla situazione del club - leggi iscrizione e rischio fallimento - e all’inesorabile scorrere del tempo che trasforma ogni scadenza in una ghigliottina. Il pallone passa ora a proprietà del club e eventuali imprenditori locali interessati a rilevare la proprietà stessa della 113enne signora del pallone sassarese. Il sindaco, come già martedì scorso in fase di assemblea alla Camera di Commercio, è stato individuato come garante e arbitro della situazione. Nicola Sanna vigilerà sugli atti, ha già incontrato il presidente della Torres Daniele Piraino, ora ha incontrato la tifoseria ed è disposto a incontrare quanti interessati alla salvezza, consolidamento, crescita e sviluppo del progetto. I tifosi restano, attenti, alla finestra, a vegliare sulla Torres, pronti a intervenire, a pungolare, ad essere da impulso, qualora fosse necessario. Perché iniziative e proposte possano trovare seguito e attuazione. Perché la scomparsa della società torresina è incubo che troppo spesso si è materializzato all’orizzonte del club sassarese. Scacciarlo è la priorità, dei torresini e dei cittadini, come testimoniano le circa 1400 firme raccolte in appena tre giorni grazie alla petizione (online e cartacea) promossa dalla Fondazione. Aspettando il calcio di inizio, individuato l’arbitro, la partita resta aperta in attesa che le squadre si presentino in campo rivelandosi al pubblico. Ma in fretta, perché il tempo, mai come ora, è il vero tiranno.

Nicola Sanna: «Noi vigileremo e ascolteremo»
Nicola Sanna arriva in sala giunta mentre la rappresentanza dei tifosi rossoblù è già seduta attorno al tavolo. Quando le porte si aprono, il sindaco di Sassari rientra nel suo ufficio ma comunica immediatamente il suo punto di vista: «Siamo in una fase di ascolto, vogliamo sentire le intenzioni e i progetti della nuova dirigenza rossoblù che si appresta a tirare le redini della società calcistica, e le preoccupazioni della Fondazione Torres, dell’Amst e della tifoseria». Queste le parole del primo cittadino sassarese, che ha accettato di incontrare la delegazione torresina dando seguito alle proposte emerse in seno all’assemblea pubblica di inizio settimana, in cui i tifosi avevano chiamato in causa l’Amministrazione come possibile ago della bilancia. «Al momento siamo disposti ad ascoltare tutti – ribadisce il sindaco –. Come amministratori condividiamo le preoccupazioni dei tifosi. La dirigenza ha mostrato ottimismo sulla possibilità di iscrizione della Torres al prossimo campionato. Noi assicuriamo massima attenzione e apertura a eventuali incontri con chiunque voglia contribuire a salvaguardare la squadra del cuore di tutti i sassaresi».

La tifoseria: «Terrorizzati dalla situazione debiti»
Ancora una volta la Fondazione Torres, in accordo e sinergia con associazione Memoria Storica, utilizza il mezzo social per informare gli interessati degli sviluppi dell’incontro di palazzo Ducale. «In fase di premessa abbiamo espresso al primo cittadino il terrore conseguente allo sbilanciamento dei debiti della Torres che ha, come noto, raggiunto cifre molto preoccupanti - si legge nel post pubblicato sulla pagina ufficiale di Fondazione e Amst, immediatamente condiviso da altri utenti –. Successivamente abbiamo fatto una sintesi di fatti accaduti in queste ore. Le firme con la petizione denominata “Liberiamo la Torres”, hanno superato quota 1400 e proprio questo dato ha reso l’incontro altamente rappresentativo di una realtà che è veramente esasperata». Si arriva subito al punto: «Chiediamo al sindaco di Sassari di adoperarsi, quale rappresentante della comunità, in favore della Torres che, per l’ennesima volta rischia il fallimento, a causa di una gestione scriteriata, che non ha avuto alcun rispetto di questa società e della sua gente, di questa città e dei suoi colori – prosegue il testo della comunicazione –. Lei per noi riveste il ruolo di garante, di custode e arbitro – in conformità alle norme vigenti – cui Fondazione s.e.f. Torres 1903 , Associazione Memoria Storica Torresina, tifosi e cittadini si affidano nell’interesse comune e per la tutela di un patrimonio condiviso come la Torres». Infine un accorato appello al primo cittadino: «La esortiamo a palesare questo disappunto alla nuova compagine societaria chiedendo di lasciare a lei, rappresentante della città, il compito di attivarsi per salvare il salvabile, evitare il fallimento sportivo, salvaguardare la categoria e sensibilizzare il mondo delle imprese cittadine. È il momento di dire basta. Da ora attendiamo sviluppi».

Giovanni Dessole - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=6855