Torres inchiodata anche dal Monterosi
Data: Lunedì, 19 ottobre @ 10:23:18 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Tre su tre. Procede nel segno della sconfitta il campionato della Torres, che si arrende anche al Monterosi in una gara ricca di buone intenzioni mai tradotte in fatti concreti. La conseguenza peggiore è lo zero in classifica che resiste e l'ultimo posto solitario, roba da schiantare il morale di chi era in campo e di chi aveva scelto di essere sugli spalti.



La squadra sassarese si presenta con diverse novità, la coppia centrale in difesa stavolta è formata da Rutjens e Riccardo Pinna, sostenuta dai laterali Bilea e Ruiu, mentre a centrocampo gravita il diciottenne Claudio Fadda (che a fine gara, malgrado il malumore generale, raccoglie i complimenti di mister Gardini per la sua prova) e in avanti trova spazio il nuovo arrivato Mesina. Le premesse sono buone, non così il succo di una sfida che vede i ragazzi di casa in difficoltà nella costruzione del gioco e in affanno nel recuperare le repentine avanzate degli avversari. Al 10' batte un colpo il Monterosi, su punizione, e Drago respinge. Poco dopo anche i sassaresi vanno al tiro, con De Julis, su calcio piazzato, Salvato si accartoccia sul pallone. Al 13' la grande occasione, sprecata dal biondo attaccante: sul disinvolto disimpegno della difesa ospite ruba palla e poi calcia debolmente, per la disperazione dei tifosi e del suo allenatore. Al 27' scappa via in contropiede Sivilla, la sua conclusione è respinta da Drago ma l'esterno laziale è lesto a riproporsi al tiro e insacca, firmando il vantaggio e costringendo la Torres a rincorrere il risultato, che non cambierà perchè la reazione non è all'altezza del compito. Nella ripresa la difesa ospite è attenta, compatta e ha gioco facile nel controllare le iniziative torresine che sono prevedibili e passano sempre per vie centrali. La manovra non si allarga quasi mai sulle fasce e solo al 17' della ripresa c'è un sussulto vero, con Fadda che imbeccato da De Julis sparacchia sul portiere da distanza ravvicinata. Il Monterosi sfiora il raddoppio con Bortrelli e i rossoblù restano in dieci per il "rosso" a Russo, per doppia ammonizione. Finisce con qualche fischio di delusione e molte perplessità sullo spessore tecnico e agonistico di una squadra che sulla carta prometteva tanto di più.

«È stata la nostra miglior partita. Purtroppo c'è tanta sfortuna»
«E' stata la nostra miglior partita, la squadra c'è ma c'è anche tanta malasorte». E' quanto sostiene mister Gardini dopo la terza sconfitta consecutiva, difendendo la sua Torres che langue sul fondo della classifica, senza neppure un punto. «Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, subendo un gol (purtroppo decisivo) per un nostro errore, che con una difesa giovane può starci. In campo c'eravamo solo noi, poi ci siamo innervositi e non siamo riusciti a recuperare. E' andata male, il calcio è anche questo - prosegue l'allenatore rossoblù - ma voglio applaudire i ragazzi per l'impegno e per la prova, l'amarezza più grande è vedere il loro dispiacere perchè in settimana hanno lavorato tanto e bene e in partita non sono stati ripagati. Il Monterosi ha sfruttato la sua occasione, noi abbiamo mancato le nostre». Gardini è consapevole del momento. «Non resta che cercare di fare risultato nelle prossime partite, cominciando dal recupero sul campo della Nocerina e poi a Latina».

I giocatori sassaresi restano in silenzio
La terza sconfitta (la seconda in casa) è quella che toglie ogni voglia di parlare, per commentare una partita a cui si chiedevano le prime soddisfazioni di una stagione partita in modo zoppicante. I giocatori rossoblù in sala stampa? Non pervenuti. Tutti muti nello spogliatoio a rimuginare su un risultato che poteva essere ampiamente recuperato e invece è rimasto negativo. Per merito degli avversari, certo, che non a caso sono primi in classifica, ma molto per i propri errori.Si concede ai cronisti invece il tecnico laziale David D'Antoni, che maschera bene la gioia e sceglie il basso profilo, per rendere l'onore delle armi ai rossoblù. «E' stata una gara difficile, contro una buona squadra. Siamo stati bravi nel 2° tempo a tenere botta e difendere il vantaggio, abbiamo vinto anche senza una prova esaltante. Possiamo fare meglio, ma intanto va bene così». Più che bene va... benone, perchè il Monterosi vanta 10 punti in 4 gare e 6 li ha strappati, nell'arco di una settimana, alle due sassaresi.

Il tabellino:
TORRES: Drago, Bilea, Ruiu (36' st Sarritzu), Russo, Rutjiens, Pinna R., Fadda, Torelli (16' st Ruzzittu), De Julis, Ladu, Mesina (27' st Pinna S.). A disp. Carta, Congiu, Lazazzera, Mastromarino, Bianco, Mascia. All. Aldo Gardini.
MONTEROSI: Salvato, Piroli, Pasqualoni, Costantini, Buono, Vagnoni, Sivilla (25' st Montanari), Pellacani (43' st Persichini), Lucatti. Capodaglio (16' st Bortrelli), Rea. A disp. Torelli, Berardi, Gemini, Cancellieri, Squerzanti, Camara. All. David D'Antoni.
ARBITRO: Migliorini di Verona.
RETE: 27' pt Sivilla.
NOTE: Angoli: 5-2 per la Torres. Ammoniti: Russo, Costantini, Bortrelli. Espulso al 36' st Russo per doppia ammonizione.

Sandra Usai - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7750