Per la Torres solo un brodino tiepido
Data: Giovedì, 07 gennaio @ 09:58:43 CET
Argomento: Rassegna stampa


La Torres, fanalino di coda della serie D, esce indenne dalla sfida con i laziali della Nuova Florida sul campo del "Marco Mazzucchi" di Ardea e guadagna il primo punto in trasferta, utile a muovere sì un minimo la classifica, ma non a produrre lo sperato aggancio proprio ai danni dei padroni di casa.



L'atteso cambio di passo all'indomani della sostituzione dell'allenatore e delle porte girevoli per quanto riguarda la rosa non hanno ancora prodotto l'effetto sperato e la classifica, con 3 punti in 9 partite, e zero vittorie, fa davvero pausa.Nella prima frazione, nonostante le reciproche posizioni in classifica, la gara è frizzante e per nulla bloccata. Al 7' La Vigna ci prova da calcio piazzato, ma spedisce però il pallone fuori. Poco dopo il quarto d'ora la Nuova Florida va vicina al vantaggio con Capparella, sul cui tiro Bilea piazza un intervento decisivo in prossimità della propria porta. I sassaresi sono pericolosi soprattutto sui calci da fermo: al 25' infatti Origlio spaventa Giordani con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. La gara subisce uno stop nella seconda metà di tempo; le due squadre perdono un uomo ciascuno e sono già costrette ai primi cambi. Ospiti e padroni di casa serrano i ranghi, sporcando le linee di passaggio e rendendo difficoltoso il palleggio altrui. Ne scaturisce un finale di frazione spigoloso. La seconda frazione segue altri leit motiv. Passano pochi secondi dal nuovo fischio di avvio e la Nuova Florida si affaccia minacciosa dalle parti di Frasca: Capparella calcia al volo, l'estremo difensore, recente rinforzo del mercato sardo, blocca.Torres pericolosa invece al 5': Origlio tenta di pescare il jolly dal mazzo, calciando dai sedici metri, ma la palla colpisce il palo e termina fuori. Le due squadre cominciano a sentire il peso dell'àncora che li aggancia al fondo della classifica, e giocano quindi a viso aperto. Il neoentrato Melli prova a impensierire il portiere locale Giordani, che in due tempi sventa l'insidia. Al 14' Frasca di piede si oppone a Elefante, mentre al 18' La Vigna replica con l'ennesima conclusione dalla distanza: palla fuori alla destra del portiere. Al 22' Torres in rete con Mascia, ma la terna spegne sul nascere gioie ed emozioni annullando tutto per fuorigioco. Gli ardeatini provano a questo punto a portare la partita dalla propria parte, la Torres accetta l'ingaggio e prova a difendersi come può: al 25' Frasca blocca una conclusione di Elefante, poi è ancora protagonista anticipando in uscita gli attaccanti laziali. Capparella può ancora sbloccare il risultato, ma una volta saltato l'estremo difensore sardo, calcia a lato. Al 40' si rivede la Torres: Ponsat corregge di testa lo spiovente in porta, ma Giordani gli nega il gol in bello stile. Finale da brividi per sassaresi: prima Frasca respinge ancora una punizione di Tamburlani, mentre in pieno recupero Schiaroli si sostituisce al compagno portiere calciando via dalla linea di porta un sinistro probabilmente vincente di De Marchis.

Per mister Graziani la risalita è appena iniziata
In conferenza stampa, mister Graziani appare soddisfatto, consapevole di aver messo fieno in cascina: «Un punto utile soprattutto per le risposte che aspettavo dai ragazzi, in queste prime settimane di lavoro - dice l'allenatore della Torres -. Ho avuto in questo senso splendide risposte, quindi da domani possiamo riprendere il nostro cammino cercando di migliorarci giorno dopo giorno». La classifica resta deficitaria: «Sono arrivato in pratica da 7 giorni, e 7 giorni sono veramente pochi. Cosa faremo da qui in avanti? Lo vedremo a fine campionato. Secondo me questo gruppo non deve porsi limiti, e questo è possibile se capisce la bontà del lavoro che svolge quotidianamente. L'ho già detto a società e calciatori: andiamo avanti, poi ne riparleremo a quattro giornate dalla fine. Ma non prima».Il mister incassa i complimenti per la bella prestazione. I risultati, che ancora risentono del confronto con la scorsa stagione, arriveranno: «Lo scorso anno lo stop per il Covid abbia un po' falsato i giudizi sulla stagione. Fare un confronto non serve, pensiamo all'oggi e al fatto che io sono appena arrivato. Non so in questo momento quali possano essere le nostre ambizioni: so però di essere l'allenatore di una squadra importante. Tutti, quindi, abbiamo l'obiettivo di far risalire la Torres più in alto possibile. Partiamo, però, dall'ultimo posto: con grande serenità proveremo a risalire la china. Ho visto anche un po' di paura di perdere, ma direi che è normale. Le parate di Frasca? Per la nostra classifica, avere uno come lui è un vantaggio. E' uno dei migliori portieri della categoria, e lo ha dimostrato».

Il tabellino:
NUOVA FLORIDA: Giordani 6,5, De Marchis 6, Oliana 6 (39' pt Moretti 4), Porfiri 6, (43' st Scognamiglio sv), Iacoponi 6, Tocci 6,5 (20' st Coratella 5,5), Suriano 5 (15' st Gambioli 6), Tamburlani 6, Vannucci 6, Capparella 6, Elefante 5,5 (27' st Miola 6). A disp. D'Adamo, Mascolo, Contini, Coratella. All. Bussone 6,5.
TORRES: Frasca 7, Rutjens 6, Bilea 6 (26' st Ruiu 6), La Vigna 6,5, Schiaroli 6,5, R. Pinna 6, Mascia 6,5 (43' st Fadda sv), S. Pinna 6, Mesina 6 (26' st Ponsat 6), Origlio 6 (47' st Bianco sv), Battista 5 (34' pt Melli 6). A disp. Carta, Fois, Saba, Moro. All. Graziani 6,5.
ARBITRO: Virgilio di Agrigento.
NOTE: ammoniti Battista, R. Pinna, Origlio e Rutjens (T). Espulso Moretti (NF) al 51' st. Recupero: 1' pt, 6' st

La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7779