I veri gladiatori hanno la maglia rossoblù
Data: Lunedì, 11 gennaio @ 11:30:48 CET
Argomento: Rassegna stampa


La Torres è viva. E vince, mostrando di sapere ciò che fa e ciò che vuole. Credendoci, fino all'ultimo secondo. Inizia bene al "Vanni Sanna" il 2021 rossoblù, col primo successo stagionale che regala entusiasmo e allontana dall'ultimo posto in classifica.



Rispetto alla gara infrasettimanale la formazione decisa da Graziani, al debutto casalingo, vede molte conferme e le sole novità sono Ponsat, che rileva Mesina al centro dell'attacco e l'esterno Melli al posto di Battista. La partenza è sprint e redditizia, con lo scatto sulla destra di Melli che serve palla sul versante opposto, dove l'accorrente Bilea è pronto da posizione decentrata al tocco in rete. E' slo il 2' e il vantaggio è una bella botta di fiducia, e poi... c'è Frasca, esordiente a Sassari tra i pali, che lo conserva deviando al 9' un insidioso tiro-cross di Falco. Ancora Falco in evidenza al 15' e il pareggio ospite è negato da Riccardo Pinna che sventa sulla linea.Al 19' Melli e Bilea ripropongono il loro duetto vincente, uno affonda a destra e l'altro conclude a sinistra, ma il raddoppio e la doppietta del giovane Daniel sfumano, complici l'uscita di Fusco e una buca sul terreno. I sassaresi sono vivaci ma anche i casertani non si tirano indietro e al 21' Frasca si oppone alla grande al tiro a botta sicura di Tripicchio. Al 42' è ancora pericoloso il Gladiator, in ripartenza Di Paola scheggia la traversa e la traversa dice no subito dopo anche a Mascia. In recupero è La Vigna a fallire il 2-0, alzando la mira da ottima posizione. Una cronaca così ricca è un buon segnale per la ripresa, che questa volta non delude le attese. Gli ospiti prendono confidenza con l'area sassarese ma ad andare in gol al 20' sono ancora i ragazzi di casa, con un'azione che vede protagonisti il binomio baby Fadda (suo il lancio che fa sgroppare il compagno verso la porta avversaria) e Mascia, che mette in rete riscattando gli errori al tiro della prima frazione di gioco. Un minuto prima era andato a segno Rutjens, ma dopo le proteste campane e un lungo parlottare tra arbitro e assistente il gol era stato annullato. Al 3' di recupero il Gladiator accorcia con De Carlo, troppo tardi per mettere a rischio la sospiratissima prima vittoria torresina, che apre un nuovo capitolo.

Melli: premiata la voglia di riscatto
«Che festa nello spogliatoio per questa vittoria, che è stata fortemente voluta e ha premiato la nostra voglia di riscatto». Morale alto stavolta per i ragazzi rossoblù, rappresentati dalla gioia di Lorenzo Melli, efficace nel ruolo di assist-man. "Il gol di Bilea? Un'azione in velocità, provata spesso in allenamento. Infatti l'abbiamo replicata, sfiorando il raddoppio. Daniel mi dovrà dare una percentuale - scherza l'esterno - per i gol che gli farò segnare, siamo già a due e potevano essere tre. Bella partita e successo importante, in campo si respirava un buon clima e il risultato lo ha confermato. Siamo stati tutti bravi, la squadra ha corso dal primo all'ultimo minuto. Non so se questa è un'altra Torres, io lo spero davvero. E' stato un onore indossare la fascia da capitano nel giorno dei primi 3 punti, che devono darci una grossa spinta per il futuro».Felicissimo anche Filippo Mascia, vivace diciottenne sassarese al suo primo gol in rossoblù: «L'anno scorso ero in curva a tifare per la Torres e ora esulto per aver segnato. Un'emozione fortissima, anche perchè prima avevo sprecato alcune belle occasioni. Speriamo che per noi sia un nuovo inizio». (sa.u.) SASSARILa quiete (in sala stampa) dopo la tempesta (in panchina). Archimede Graziani si conferma mister dai due volti, elettrico nel corso dei 90' e pacato quando lascia il campo. Non fa trasparire neppure la soddisfazione per aver rotto il tabù della vittoria, arrivata alla sua seconda partita effettiva. «Sono contento - assicura - anche se non mi vedete sorridere. Mi tengo le emozioni dentro e dico che il cammino intrapreso è solo all'inizio. Cosa manca per il salto di qualità? Non lo so. Sono qua da poco e tante cose vanno ancora sistemate. Quel che so io è che ora si archivia questa gara e si riprende a lavorare, per migliorare. In particolare sul piano della determinazione». La parola lavoro ricorre spesso nelle frasi del nuovo tecnico rossoblù. Non a caso, ripensando alle tante occasioni costruite sottolinea solo che «sono state frutto di impegno e lavoro». Nelle tre gare della sua gestione (anche se col Nola prima di Natale era appena arrivato e non sedeva in panchina) la Torres è imbattuta, con due pareggi è una vittoria: non male, considerando che viaggiava con un solo punto. «E' un dato importante - riflette - masi deve continuare a correre». Inutile chiedere a Graziani perchè ha mandato in campo un giocatore invece di un altro: «Le scelte vengono fatte in base a tante cose, non stupitevi più per chi gioca e per chi sta fuori».Non nasconde invece la sua delusione l'allenatore ospite Clemente Santonastaso. «Non ho visto in campo la squadra che conosco. La sconfitta fa male per questo».

Il tabellino:
TORRES: Frasca, Rutjiens, Bilea (30' st Ruiu), La Vigna, Schiaroli, Pinna R., Mascia, Pinna S. (33' pt Fadda), Ponsat (1' st Battista), Origlio, Melli (39' st Bianco). A disp. Carta, Fois, Soreata, Cocco, Mesina. All. Archimede Graziani.
GLADIATOR: Fusco, Fazi, Di Finzio, Vitiello (37' st Di Monte), Maraucci, De Carlo, Di Paola, Marzano (14' st Coppola), Del Sorbo, Tripicchio (29' st Ferraro), Falco (37' st Doto). A disp. Maione, Sall, Suppa, D'Errico, Strianese. All. Clemente Santonastaso.
ARBITRO: Di Mario di Ciampino.
RETI: 2' pt Bilea, 22' st Mascia, 48' st De Carlo.
NOTE: angoli: 6-5 per la Torres. Ammoniti: Mascia, Pinna R., Bilea, Schiaroli (T), De Carlo, Vitiello, Doto (G). Espulso al 44' st Schiaroli per doppia ammonizione. Rec. 2' pt, 5' st.

Sandra Usai - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7780