La Torres ora è obbligata a reagire
Data: Mercoledì, 27 gennaio @ 18:35:30 CET
Argomento: Rassegna stampa


Non è con la migliore predisposizione d'animo che la Torres si presenta oggi sul campo del Formia, per disputare la gara saltata alla 7ª giornata. La batosta subita domenica nel derby casalingo con il Latte Dolce ha lasciato il segno, nel morale di una squadra precipitata nuovamente nel vuoto e nella classifica, che adesso è davvero nera: ultimo posto con appena 6 punti.



Davanti ai rossoblù si è ri-aperto il baratro e il tecnico Graziani, consapevole della situazione di precarietà assoluta, ha detto chiaramente e realisticamente che l'obiettivo si è striminzito all'evitare gli ultimi due posti. La retrocessione non è più solo uno spettro fatto di parole, con la tifoseria che rumoreggia e vede crescere le preoccupazioni. Anche la squadra e la società ora sono consapevoli che le paure rischiano di concretizzarsi, se non si inverte in modo deciso e in fretta la rotta. L'arrivo di un nuovo allenatore e di una miriade di giocatori, con i primi timidi risultati positivi, sembrava aver spazzato l'emergenza e attenuato almeno un po' la precarietà. Invece domenica è successo, in chiave negativa, di tutto e di più. La sconfitta, pesante nelle proporzioni e nei modi in cui è maturata, è figlia di episodi importanti ma anche di un atteggiamento che ha fatto fare un balzo indietro. Dopo la rovinosa caduta il tecnico ha chiesto subito scusa, indicando nel lavoro e nel silenzio la ricetta per provare a uscire dalla pessima situazione in cui si sta cacciando questa fragile Torres, che negli ultimi tempi ha cambiato tutto per... non cambiare niente. Il passo indietro è stato evidente e la società, più dell'allenatore e dei suoi ragazzi, è sempre più nel mirino dei tifosi che già sono puniti dall'emergenza sanitaria, che impedisce di stare vicini alla squadra "in presenza", e che lontani dallo stadio soffrono nel vedere allungarsi la catena di risultati amari. La parola più gettonata dell'ultimo periodo è vergogna, la prova chi vuol bene alla Torres e non si capacita di vederla sprofondare così. Bisogna reagire, in modo forte e coraggioso, ma è in grado questo gruppo di farcela? Alle prossime gare la risposta, anche se in giro di ottimismo ne resta ben poco. Oggi è dura immaginare una svolta positiva a Formia, contro una squadra di buon livello dalla classifica fasulla (deve recuperare 4 gare) e con tanta voglia di agganciare il gruppo di chi nutre ambizioni. A vedere l'attuale situazione non è difficile immaginare la squadra sassarese nei panni di vittima predestinata, priva anche di due elementi importanti come il portiere Frasca e il centrocampista La Vigna, squalificati. Le disgrazie purtroppo non vengono mai sole, ma il pallone è rotondo e non è scontato che rotoli nel verso previsto e allora forza Torres, non arrenderti. Credici e lotta con cuore.

Sandra Usai - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7784