La Torres si riaccende a Formia
Data: Giovedì, 28 gennaio @ 09:44:59 CET
Argomento: Rassegna stampa


Una splendida punizione realizzata al 20' della ripresa dal centrocampista La Vigna fa saltare il banco nel recupero della settima giornata d'andata del campionato di serie D consegnando tre punti d'oro alla Sassari Torres che sbanca di misura (1-0) il "Washington Parisio". Per i sassaresi è la seconda vittoria della stagione.



La squadra rossoblù si riscatta prontamente dopo lo 0-4 subìto nel derby domenica scorsa contro il Latte Dolce e lascia l'ultimo posto solitario in classifica nel girone G ai campani del Nola. È invece un periodo nero per l'Insieme Formia, al terzo ko interno di fila e una situazione di classifica preoccupante. Il tecnico dei sassaresi Archimede Graziani fa esordire il centrocampista del 2002 Ousman Gomez (tra i migliori, e non annunciato neanche ai tifosi sassaresi dalla società), recupera Origlio dall'infortunio, ma deve rinunciare a Ladu. Inizio vibrante degli ospiti, che al quarto d'ora costruiscono la prima grande chance. Gomez lancia il giovane numero 7 Mascia (esterno del 2002), che viene steso in area dal centrale italo-argentino Gorzelewski. Nessun dubbio per il fischietto rosa di Rovereto, Silvia Gasperotti, che assegna il penalty. Dagli 11 metri però l'attaccante Mesina si lascia ipnotizzare dal portiere Trapani e sulla successiva ribattuta la punta sassarese spara alto di testa. È un campanello d'allarme che però non sveglia l'Insieme Formia che subisce gli assalti isolani di capitan Melli (24') e di Origlio (38') che costringono il numero uno Trapani ad un doppio intervento.Netta nel primo tempo è la superiorità dei rossoblù. Identico clichè nella ripresa. Fioccano i cartellini gialli, sale il nervosismo. La posta in palio è alta. Il protagonista è sempre l'attivissimo Mascia che al 65' è steso al limite. È' l'episodio chiave. La punizione viene magistralmente trasformata da Nicolas La Vigna (milanese del '97 cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta) con la sfera che si infila mortifera nell'angolino alto. Vantaggio meritato per gli uomini di Graziani. L'Insieme Formia ci prova inutilmente nel finale fallendo il pareggio con l'uruguagio Iorio e con il centrocampista Fatati, ma la difesa sarda in entrambe le occasioni è attenta.

Graziani: «Questo è lo spirito giusto»
«La classifica è bugiarda. La squadra già da tempo sta giocando bene e merita sicuramente una migliore posizione. La vittoria contro l'Insieme Formia è stata molto importante contro una diretta concorrente e ci rilancia ampiamente in vista della trasferta ostica di Cassino». Il tecnico toscano della Torres, Archimede Graziani, esprime soddisfazione per la vittoria esterna che rilancia nella corsa salvezza i sardi, ora penultimi nel girone G con due lunghezze di vantaggio sul fanalino di coda Nola. «I ragazzi hanno interpretato perfettamente quello che ci siamo detti dopo la sconfitta nel derby contro il Latte Dolce. È lo spirito giusto per affrontare un campionato tosto come questo». Sorriso sul volto del match winner, il centrocampista Nicolas La Vigna, autore di una pregevole punizione. «E' una vittoria meritata che ha il sapore della liberazione - commenta il numero 4 -. Sono molto contento sul piano personale, ma soprattutto per il nostro gruppo, che aveva bisogno di questo risultato. La prestazione è stata perfetta, nulla da dire, abbiamo sempre controllato il gioco, dall'inizio alla fine, senza rischiare nulla. Peccato non esserci domenica a Cassino, ma sono sicuro della forza dei miei compagni». Deluso, invece, l'allenatore pontino Salvatore Amato, che non le manda a dire. «Si tratta della nostra peggiore partita stagionale - ammette il mister-. Ho visto una squadra molle, senza cattiveria, che ha trovato un avversario molto più organizzato che è sceso in campo con un altro spirito». Domenica c'è la trasferta di Arzachena. «Ogni partita sarà una battaglia. Spero di recuperare qualche pedina che ancora è assente, ma ci aspetta un altro match molto complicato. E' uno scontro diretto che non dobbiamo fallire».

Il tabellino:
INSIEME FORMIA (4-3-3): Trapani, Quirino, Pirolozzi (70' Longo), Gargiulo (81' Lonardo), Ioio, Gorzelewski, Del Prete (66' Iorio), Antogiovanni (70' Fatati), Gomez, Zonfrilli, Durazzo (66' Stornaiuolo). A disp. Capogna, Tounkara, Romano, Cuomo. All. Salvatore Amato.
TORRES (3-5-2): Frasca; Gomez Ousman, Rutjens, Schiaroli, Riccardo Pinna, La Vigna, Mascia (87' Bianco), Samuele Pinna (75' Fadda), Mesina (85' Ponsat), Origlio (81' Vavassori), Melli. A disp.: Carta, Ruiu, Fois, Doumbouya, Battista. All. Archimede Graziani.
ARBITRO: Silvia Gasperotti di Rovereto. Assistenti Marco di Bartolomeo di Campobasso e Tommaso Tagliafierro di Caserta.
RETI: 65' La Vigna (ST)
NOTE: ammoniti Pinna (ST), Ousman Gomez (ST), Origlio (ST), Pirolozzi (IF), Fatati (IF), Ioio (IF), Zonfrilli (IF).

La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7785