Fra Lanusei e Torres uno zero a zero che non ha annoiato
Data: Lunedì, 27 settembre @ 19:58:42 CEST
Argomento: Rassegna stampa


E' finito in parità, a reti inviolate, l'attesissimo derby tra il Lanusei e la Torres che si è disputato all'Ulestri, il campo comunale di Ilbono, essendo indisponibile il Lixius, dove sono in corso i lavori per il rifacimento del terreno di gioco. La gara si è giocata a porte chiuse non essendo la struttura omologata per ospitare gli spettatori.



Per quello che si è visto in campo il pareggio sta stretto ai bianco-rosso-verde ogliastrini che hanno avuto per lunghi tratti il pallino del gioco, hanno creato diverse occasioni e hanno fallito con D'Alessandris un calcio di rigore neutralizzato dall'ottimo Salvato. Il Lanusei, sceso in campo concentratissimo, senza alcun timore reverenziale, ha giocato a viso aperto e ha concluso la gara con sette fuoriquota. Il mister Alfonso Greco, ex Lanusei, ha schierato la stessa formazione mandata in campo domenica contro il Giuliano nella partita inaugurale al Vanni Sanna fatta eccezione per Sabatini sostituito da Lisai. Stefano Campolo è stato costretto a mandare in campo una formazione rimaneggiata non potendo disporre di Ravanelli squalificato e Masia e Pischedda infortunati. La cronaca. Al 3 minuto Lazazzera, ex Torres, il capitano della squadra ogliastrina, si infortuna ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Al 9' Masala apre le ostilità con un tiro al volo che però non riesce a centrare lo specchio della porta. Al 15' i padroni di casa usufruiscono di un calcio di rigore per fallo di Rossi su Gaetani lanciato in profondità da Raimo. La trasformazione di D'Alessandris non è perfetta tanto che Salvato riesce in tuffo sulla sua destra a respingere la palla e a salvare il risultato. Il Lanusei non si perde d'animo e continua a mantenere il pallino del gioco. Un rasoterra dal limite di Gaetani servito da Manca sfiora il palo alla sinistra di Salvato. Al 21'' e al 22' ci provano senza fortuna prima Caetani e poi Marrazzo. Entrambi i tiri sorvolano la traversa. Al 27' si fa viva la Torres con un colpo di testa fuori misura del capitano Scotto su cross di Diakite . 5 minuti dopo al 32' Benvenuti devia in angolo un insidiosa incornata di Scotto su cross dalla destra di Rossi.Nella ripresa al 3' un tiro dal limite a giro di Diakite servito da Kujabi sfiora il palo alla sinistra di Benvenuti Al 10' ripartenza del Lanusei impostata da D'Alessandris e conclusa da Gaetani con un diagonale che finisce sull'esterno della rete alla destra del portiere ospite. Al 18' Benvenuti in due tempi neutralizza un calcio di punizione di Scotto dalla distanza. La Torres insiste e al 24' si rende nuovamente pericolosa con una conclusione da 30 metri di Scotto che sorvola la traversa. Al 32' la Torres sfiora il goal sugli sviluppi di calcio di punizione battuto da Piredda. La palla arriva ad Antonelli che tutto solo colpisce il palo alla destra di Benvenuti. Gemini ci mette una pezza e devia la palla in angolo. Al 37' il Lanusei si rende pericoloso con un diagonale di sinistro del nuovo entrato Vari indirizzato nell'angolino alla destra di Salvato. Provvidenziale l'intervento di Turket che riesce a deviare la palla in angolo.

Greco furioso: «Così non si va da nessuna parte»
«Così non si va da nessuna parte- sottolinea il mister della Torres Alfonso Greco, uno degli ex insieme a Lazazzera del derby-.Per andare avanti e raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati dobbiamo necessariamente cambiare atteggiamento e passo. Dobbiamo innanzitutto essere più aggressivi. Non è questione di moduli. Sapevamo di incontrare una squadra ostica che tra le mura amiche sa farsi rispettare. C'è stato qualche errore individuale di troppo che ci ha complicato un po' le cose. E' assolutamente necessario cambiare registro. Il Lanusei ha fatto una buona partita così come mi aspettavo. Hanno dimostrato di avere idee e aggressività: la prima mezz'ora ci hanno surclassato a livello fisico e hanno creato alcune occasioni per passare in vantaggio. Salvato ha neutralizzato il calcio di rigore e ha salvato il risultato. Non posso che essere amareggiato. Dai miei ragazzi mi aspettavo di più». «Abbiamo conquistato un punto pesante in un campo ostico - dice Alessio Salvato il portiere rossoblu. Abbiamo disputato un primo tempo non alla nostra altezza. Nel secondo c' è stata una piccola scossa. Abbiamo colpito un palo e creato diverse occasioni. Per come si sono messe le cose dobbiamo accontentarci del pareggio e da martedì cominciare a pensare al prossimo impegno con il Cassino». Nelle prime due giornate la Torres ha conquistato appena un punto, mentre le altre squadre che come godono dei favori del pronostico per la vittoria finale sono a punteggio pieno. Il ritardo può avere delle conseguenze sul morale? «Assolutamente no. Noi dobbiamo pensare innanzi tutto a noi stessi e non alle squadre che ci precedono in classifica». «Tutte le partite sono difficili- afferma Adama Diakite -. Nulla è scontato. In qualsiasi campo giochi per prevalere devi sempre fare una battaglia. Domenica contro il Cassino dobbiamo ottenere la prima vittoria. Ci occorre un risultato positivo per sciogliere le tensioni che abbiamo addosso e che ci condizionano. Dobbiamo continuare a lavorare e a crederci. Niente è compromesso. Il campionato, infatti, è ancora lungo. Contro il Lanusei abbiamo disputato, soprattutto nel secondo tempo una discreta partita che sapevamo sarebbe stata, così come è avvenuto, molto difficile. Sono arciconvinto che a incominciare da domenica inizierà la nostra riscossa».

Campolo: un risultato che fa morale
«Abbiamo disputato un'ottima gara contro una squadra molto forte - afferma il mister del Lanusei Stefano Campolo - Se continueremo a giocare così daremo sicuramente del filo da torcere a tante squadre. I ragazzi hanno dimostrato di avere acquisito la mentalità che ho cercato di inculcare dal primo giorno che sono arrivato a Lanusei. Chiaramente non portare a casa il risultato pieno, la vittoria, dopo una prestazione di livello e un rigore sbagliato, ci dà un po' di rammarico. Ci accontentiamo anche del pareggio che fa muovere la classifica e da morale. Dobbiamo giocare sempre cosi, con questa mentalità, sia che si giochi in casa che fuori. Il gruppo pur essendo quasi per intero nuovo si è già ben amalgamato, ha voglia di fare Credo che ci divertiremo abbastanza e che regaleremo tante soddisfazioni ai nostri tifosi. Dobbiamo continuare a lavorare con impegno e con estusismo così come stiamo facendo. Contro la Torres, una squadra allestita per disputare un campionato di vertice, da protagonista, potevamo vincere».Sui tanti fuoriquota in campo: «Se i 2002 giocano in Champions League possono giocare anche in Serie D. Non mi sono mai fatto condizionare. I senior sono importanti perché hanno molta esperienza così come lo sono i giovani, gli under che portano e garantiscono freschezza. Sono molto soddisfatto, perché vedo i ragazzi che applicano quello che facciamo in allenamento e lo fanno con il cuore.

Il tabellino:
LANUSEI (3-4-1-2): Benvenuti, Gualtieri, Raimo, Marrazzo, Gemini, Lazazzera (5' pt Carta, 11' st Mastrone), Darboe, Maledandri, D'Alessandris (41' st Tomety), Gaetani (20' st Vari), Manca. In panchina: Palombo, Salvini, Orrù, Agus, Ciotoli. Allenatore: Stefano Campolo.
TORRES (4-3-3)Salvato, Rossi, Turket, Kujabi (15' st Pinna), Antonelli, Dametto, Lisai (8' st Sabatini), Masala (37' st Bianchi), Scotto, Piredda (34' st De Martis), Diakite. In panchina: Garau, Ferrante, Rotunno, Mukay, Tesio. Allenatore: Alfonso Greco.
ARBITRO: Clemente Cortese di Bologna.
NOTE: ammoniti. Gemini, Manca (Lanusei), Rossi e Bianchi (Torres), Calci d'angolo 3-1 per la Torres. Recupero pt 3 m. st 5 m..La gara si è giocata a porte chiuse.

Alessandro Bulla - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7834