Diakite e Scotto regalano alla Torres la prima vittoria
Data: Lunedì, 04 ottobre @ 16:09:10 CEST
Argomento: Rassegna stampa


La Torres si sveglia da un brutto sogno che rischiava di diventare incubo, battendo largamente il Cassino arrivato al "Sanna" a punteggio pieno e accompagnato da cinque tifosi e uno striscione. Il tabù del gol e della prima vittoria? Spazzati via con una partita che fino al gol di Diakite in chiusura di tempo stava suscitando diverse perplessità e che si è trasformata nella ripresa in un trionfo di gioco, reti, entusiasmo e applausi.



Schiantata la squadra laziale, che stava mettendo paura ai rossoblù e ha finito per essere dominata.Il tecnico di casa Greco conferma la difesa, con la coppia Antonelli-Dametto al centro e i giovani Rossi e Turchet laterali, e a centrocampo si affida all'esperienza di Bianchi, con Masala e Samuele Pinna a completare il reparto, sostenuto anche da Piredda che fa la spola con la linea d'attacco, formata da Scotto e Diakite. La squadra sembra funzionare, andando subito in pressione anche se la manovra si arena ai sedici metri e gli ospiti mostrano la loro pericolosità con Bernardini che per due volte stuzzica Salvato. Quasi per caso al 17' matura un'occasione d'oro per il vantaggio, sul lancio di Turchet si propone al tiro Rossi che però "omaggia" il portiere con una sorta di... passaggio. Al 33' ancora Bernardini in evidenza e stavolta per Salvato l'intervento è più impegnativo. La prima vera fiammata torresina arriva al 40', l'azione è arrembante e offre una palla-gol a Scotto, che la spreca calciando alto. Due minuti più tardi Scotto crossa lungo per Samuele Pinna che di testa allunga verso Diakite, il tocco ravvicinato dell'ivoriano è vincente e regala il vantaggio ai rossoblù, che vanno all'intervallo più fiduciosi, dopo aver temuto il peggio per l'immediato pari di Bernardini, annullato per fuorigioco. Dalle prime battute della ripresa si capisce che la Torres vuole raccontare un'altra storia, più adatta alle sue potenzialità, e il raddoppio potrebbe arrivare già al 2' con il gran lancio di Scotto per Diakite che vola verso la porta, costruisce bene la conclusione ma manda fuori bersaglio. La spinta di Turchet a sinistra è costante e col suo appoggio la fase offensiva cresce in frequenza e anche in pericolosità, i rossoblù ci provano un po' tutti (al 12' la staffilata di Pinna finisce a lato) mostrando di crederci: il piglio è quello giusto per ammutolire il Cassino e fargli male sul piano del punteggio. Al 16' un insidioso tiro di Scotto costringe in angolo Della Pietra, al 27' la difesa ospite barcolla e poi crolla sulla battuta a rete di Diakite. E' festa grande in campo e sugli spalti, ma non è finita e tocca a Scotto l'onore e il merito di arrotondare, al 30' conquista e realizza un calcio di rigore e al 37' firma la doppietta personale e il poker rossoblù andando a segno di testa, dopo il salvataggio sulla linea di De Iorio sul tiro di Kujabi, subentrato all'acciaccato Masala. Troppa grazia, verrebbe da dire, per una Torres ormai libera da tensioni e fantasmi, osannata dal suo (numeroso) pubblico e pronta a risalire la classifica.

Greco: «Non è stata una gara facile»
«L'ampio risultato non deve ingannare, non è stata una partita semplice». Soddisfatto ma realista Alfonso Greco, che commenta così la prima (e larga) vittoria della sua Torres. «Abbiamo iniziato un po' contratti, poi l'atteggiamento è cambiato. E' scattato l'interruttore giusto, un clic che dopo il gol alla fine del primo tempo ha trasformato la storia della gara e il punteggio. La squadra si è liberata dalle tensioni e ha giocato in modo più fluido. Dobbiamo ripartire da questi 3 punti, fondamentali, e da questa mentalità, per esprimere il nostro potenziale. Così si può crescere e fare bene, sottolineando che il livello del campionato si è alzato». La squadra è rappresentata in sala stampa dai due bomber. Gigi Scotto dedica il successo all'ex portiere rossoblù Daniel Leone, scomparso a soli 28 anni, poi aggiunge che «è stata una gara difficile contro un avversario forte, ben chiuso e pericoloso nelle ripartenze. Trovare le giocate giuste all'inizio è stato complicato, poi si è vista un po' di vera Torres. Siamo stati bravi e siamo contenti, soprattutto noi attaccanti che siamo andati in gol. Ci siamo sbloccati, noi e tutta la squadra». Afferma Adama Diakite: «Era importante fare risultato, non importa chi ha segnato. Sonofelice per la prestazione della squadra, abbiamo avuto pazienza e quando sono aumentati gli spazi è stato tutto più facile. Come mi sto ambientando? Bene, mi sento già integrato perchè nella Torres ho trovato una famiglia e un gruppo importante».

Commozione per la scomparsa di Leone difese la porta rossoblù nel 2013-'14
Aveva soltanto 28 anni, ma la sua battaglia contro il cancro era cominciata già nel 2014. Daniel Leone, portiere originario del Casertano, si è spento sabato dopo una lunga lotta iniziata quando vestiva la maglia della Reggina. Nei mesi precedenti, durante la stagione 2013-'14, si era messo in grande evidenza tra i pali della Torres, in Seconda divisione. Nel 2017 aveva abbandonato definitivamente il calcio e negli ultimi mesi si era sottoposto a un altro intervento e a un nuovo ciclo di cure. La Torres ieri l'ha ricordato con grande commozione.

Il tabellino:
TORRES: Salvato, Rossi, Turchet, Bianchi, Antonelli, Dametto, Pinna S., Masala (21' st Kujabi), Scotto (38' st Demartis), Piredda (21' st Lisai), Diakite (33' st Sabatini). A disposizione: Garau, Ferrante, Pinna R., Mukay, Murtas. All. Alfonso Greco.
CASSINO: Della Pietra, Tomassi (37' st Delicato), Della Corte, Cocorocchio, Picascia, Raucci, Bernardini (33' st Orlando), Galesio, Mazzaroppi (12' st Oi), Cavaliere (25' st De Iorio). A disposizione: Papa, Valentino, Lombardo. Allenatore: Alessandro Grossi.
ARBITRO: Frosi di Treviglio.
RETI: 42' pt Diakite, st 27' Diakite, 30' (rig.) e 37' Scotto.
NOTE: spettatori 1500. Angoli: 5-1 per la Torres. Ammoniti: Antonelli (T), Galesio, Cavaliere, Bernardini, Cocorocchio, Raucci (C). Rec. 2' pt, 4' st.

Sandra Usai - La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7835