Che colpo a Genzano: la Torres ora vola
Data: Lunedì, 11 ottobre @ 16:00:16 CEST
Argomento: Rassegna stampa


La Torres sbanca con pieno merito il "Bruno Abbatini" di Genzano, tana della Cynthialbalonga. Finisce 1-2, ma il punteggio non rende pienamente onore alla prestazione ospite. Una partita praticamente perfetta, quella dei ragazzi di mister Alfonso Greco, aggressivi e compatti sin dalle prime battute della gara.



Grazie a questa vittoria la Torres sale a quota 7 punti; è sesta.Pronti, via e il gruppetto di coraggiosi (e rumorosi) tifosi torresini giunti a Genzano può già festeggiare: è il 2' quando Scotto prende palla sulla trequarti, avanza e dai 25 metri fa esplodere un gran destro imprendibile per Santilli. Lo svantaggio scuote la Cynthia, già sotto pressione per i deludenti risultati (un punto e nessun gol all'attivo): all'8', sugli sviluppi di un corner, ci prova Nanni, ma trova pronto Garau. Al 12' la famelica Torres va ancora a bersaglio: su un calcio di punizione dalla fascia, Santilli si lascia sfuggire la sfera che è preda di Dametto, il quale insacca il comodo 2-0. A quel punto la Cynthia va completamente in tilt e la Torres domina in lungo e in largo: è il 27' e Santilli stavolta è strepitoso su Scotto da pochi passi, col pallone che danza sulla linea e il capitano che chiede l'assegnazione del gol. E al 30' è Bianchi a scaldare ancora le mani a Santilli da fuori. Quindi doppio tentativo in sequenza di Diakite e Scotto, e al 36' è Kalifa ad andare vicinissimo alla terza marcatura, ma Santilli esce a valanga ed è provvidenziale. La partita rischia di cambiare al 44' quando l'arbitro vede una reazione di Bianchi su Nanni ed estrae il rosso tra l'incredulità dei sassaresi. Nella ripresa ci si attende la furibonda reazione della Cynthia, invece la Torres gestisce con grande serenità il vantaggio limitando i rischi al massimo: dopo 1' ci prova Alessandro dal limite, ma il tiro è deviato in corner. Al 13' Nanni di testa non inquadra lo specchio. Non accade più nulla fino al 38', quando il neo entrato Angelilli batte Garau con un preciso colpo di testa sulla punizione di D'Agostino. Viene espulso anche Greco, ma la Torres non perde la testa e gestisce i 5' di recupero con grande freddezza. L'unico brivido è un calcio di punizione del solito D'Agostino che Garau allontana coi pugni, poi c'è solo tempo per la meritatissima festa rossoblù.

Mister Greco: «Mai in difficoltà, nemmeno in 10»
È giustamente orgoglioso mister Alfonso Greco. «Abbiamo giocato un primo tempo bellissimo e onestamente potevamo chiuderlo con qualche altro gol di scarto. L'espulsione di Bianchi ha condizionato la gara, ma loro non hanno mai tirato in porta in modo pericoloso anche quando siamo rimasti in inferiorità numerica. La squadra ha mostrato l'atteggiamento e lo spirito giusti e così si può andare lontano. Abbiamo la consapevolezza di essere una squadra importante, ma questo non deve trasformarsi in presunzione». Sul divario netto nei primi 45 minuti, Greco risponde che «avevamo preparato la partita in un certo modo, ma onestamente non pensavamo di dominare in quella maniera: la squadra è stata padrona del campo, senza concedere nulla ad un avversario molto forte». L'episodio dell'espulsione di Bianchi? «Dalla panchina non ho visto molto, ma il ragazzo dice di non aver toccato il suo avversario. Nel finale l'arbitro ha espulso anche me per aver superato di un metro la linea dell'area tecnica, ma visti i minuti conclusivi di grande tensione mi è parso un provvedimento decisamente esagerato». In ogni caso, la squadra si è comportata egregiamente anche in inferiorità numerica: «Non lasciare spazi a una squadra dal potenziale offensivo della Cynthialbalonga non era semplice. È rimasto solo il piccolo neo della disattenzione del gol subito su una palla inattiva, poi nel finale ci siamo abbassati un po', ma era normale in quella situazione». La dedica della squadra alla fine del match è stata per il gruppo di rumorosi tifosi che ha seguito la squadra fino a Genzano. «Sappiamo quanto i nostri sostenitori tengano alla Torres, speriamo di regalare loro tante soddisfazioni in questo campionato». L'obiettivo è chiaro e Greco non si nasconde: «Vogliamo fare un campionato da protagonisti. Andare a Genzano e giocare in questo modo non è da tutti, questo successo ci dà la fiducia necessaria per migliorare ancora».

Paolo, uomo gol: «Questo successo è tanta roba»
Assieme a capitan Scotto, ha marchiato la sfida sul campo della Cynthialbalonga. Paolo Dametto, difensore centrale classe 1993, è ovviamente orgoglioso della prova della Torres. «Siamo partiti forte, volevamo aggredire subito gli avversari che hanno iniziato male il campionato, anche per far vedere loro qualche fantasma. Sono felicissimo della nostra prestazione: abbiamo ottenuto una vittoria che è tanta roba, il tassello che ci mancava per acquisire la consapevolezza necessaria per una stagione da protagonisti. Il gol? Sono molto felice e spero che non sia l'ultimo. Ma la cosa più importante è che vinca la Torres, chi segna non è fondamentale».

Il tabellino:
CYNTHIALBALONGA: Santilli, Santoni, Pompei, Allegra (36' pt Roberti), Sevieri, Gagliardini (30' st Angelilli), Nanni (13' st Tortolano), Di Cairano, Alessandro, D'Agostino, Franco (29' pt Manzo). A disposizione: Tocci, Esposito, Benhalima, Luciani, Di Emma. Allenatore: Scudieri.
TORRES: Garau, Rossi, Turchet, Bianchi, Antonelli, Dametto, S. Pinna (23' st Mukaj), Kalifa, Scotto (41' st Lisaj), Piredda, Diakite (5' st Ferrante). A disposizione: Salvato, R. Pinna, Mesio, Mirta, Sabatini, Ruocco. Allenatore: Greco.
ARBITRO: Mallardi di Bari.
RETI: 2' pt Scotto (T), 12' pt Dametto (T), 38' st Angelilli (C).
NOTE: espulsi al 44' pt Bianchi (T) e al 44' st mister Greco (T). Ammoniti D'Agostino (C), Piredda, Kalifa e Lisaj (T).

La Nuova Sardegna





Questo Articolo proviene da Torres1903.com
http://www.torres1903.com

L'URL per questa storia è:
http://www.torres1903.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7836